Farro: idee estive!

Ciao a tutti, alzi la mano chi d’estate non mangia l’insalata di riso! Che sia solo con verdure, con il tonno e i pomodori, vegetariana o con dentro l’impossibile di quello che trovate nel frigo, versione light o ehm… so fat .. è uno dei piatti che secondo me è più gettonato in estate! Soprattutto se mangiato freddo, pratico di portare dietro al mare, gite ..ovunque! Bene… e se oggi vi proponessi un alternativa alla solita insalata di riso ma.. con il farro? Si, il farro. Si cuoce in più tempi, è vero. Soprattutto quello davvero di qualità, bio certificato però molte volte, dipende dal tipo e marca, non è da mettere in ammollo. Ma, devo dire, che vi stupirà in quanto a sapore, consistenza e riuscita dei piatti! Se ancora non conosciate questo cerale, le sue proprietà e i grandi benefici in merito (ma non credo) vi invito ad approfondire perché ne vale davvero la pena!

Tornando a noi, l’alternativa che propongo oggi è una versione insolita ma davvero gustosa e l’altra vegetariana (ovviamente valida anche per i vegani) davvero sfiziosissima! Ovvero un farro con polipo, patata al vapore e prezzemolo e per la versione vegetariana con: piccadilly (ottimi anche i pachino, pomodorini o perino), basilico e olive verdi. Semplici, leggere, sane e …sfiziosissime!   

Inizio con il dire che ho usato un Farro di “Colfiorito” (acquistato da me!!) che trovo ottimo per qualità, agricoltura di origine e cottura. Ho usato anche marche, ma di solito quella di Colfiorito è quella che riacquisto, nonostante i tempi di cottura: non sono brevissimi, e so che in commercio ci sono marchi molto più rapidi nella cottura. Per esempio, mi è capitato anche di acquistare il Farro della Pedon (che cuoce solo in 10 minuti) essendo pre-cotto e l’ho trovato davvero un ottimo prodotto. Quindi a voi la scelta su quale tipo e marca di farro usare. Dicevo, ho cotto il farro a parte, seguendo le istruzioni di cottura della marca che ho scelto. L’ho scolato e fatto raffreddare (l’ho semplicemente lessato, non risottato né fatto cuocere in soffritti). Ecco, io preferisco lavorare su un prodotto, come in questo caso il farro (dato che dobbiamo fare un insalata fredda estiva) freddo, perché se aggiungessi gli ingredienti a caldo, cioè appena scolato dalla cottura secondo me il risultato non è lo stesso: si ottiene un effetto colloso dell’insieme, i sapori si mischiano troppo (a mio avviso) e diventa difficile da gestire per il raffreddamento. Quindi una volta preparati gli ingredienti e che il farro sia freddo di cottura, inizio ad amalgamare il tutto. Ovvio che secondo me non si dovrebbe mangiare subito, ma va lasciato “macerare” nei sapori e profumi almeno una mezzoretta (si, per chi già se lo stesse chiedendo: è buono anche fatto la sera prima, messo in frigo condito e mangiato il giorno dopo. Anzi!!)

Ingrendienti per queste due ricettini semplici semplici (più veloce a farsi che a spiegarlo!):

Farro con Piccadilly, Olive e basilico:

  • Farro (ovviamente)
  • Pomodorini piccadilly
  • Basilico fresco
  • Olive verdi (o nere se preferite, e la qualità che più vi piace)
  • olio evo
  • sale q.b. (a chi piace, può aggiungere anche un po’ di pepe nero)

I pomodori piccadilly io li ho tagliati solo a metà (innanzitutto perché secondo me sono più gustosi da prendere con la forchetta insieme al farro e le olive e seconda cosa perché avrebbero rilasciato troppo liquido!). Le olive verdi invece le ho tagliate più piccole, ma anche qui è una questione di gusto  e occhio 😉 (secondo me non dovreste usare le olive in salamoia, ma… anche qui, è una questione di gusto!)  Il basilico l’ho spezzato grossolanamente con le mani perché secondo me da profumo, sapore e fa da cornice al piatto oltre a dare spinta. Ho salato  e messo un giro di olio Evo a filo.

Farro con Polipo, patate e prezzemolo

Gli ingredienti sono già elencati nel nome della ricetta! Quindi passo a dirvi che io ho cotto polipo e patate al vapore (ma verrà benissimo anche se volete lessare il tutto, proprio come si fa per l’insalata di polipo e patate!). Io ho preferito la cottura al vapore, in vaporiera, perché con il caldo estenuante di questi giorni era l’ideale e poi perché credo fermamente nella cottura a vapore perché mantiene le proprietà dei cibi, è  pratica, veloce e secondo me da un sapore davvero unico questa cottura 🙂  Quindi una volta cotto il farro, lo lascio raffreddare. Nel frattempo, cotto anche polipo e patata al vapore, ho tagliato subito il polipo e ho preso qualche pezzetto di patata al vapore per aggiungerla al tutto. Una volta freddo il farro e il polipo e patata ho unito il tutto. Ho aggiunto il prezzemolo, limone e ho messo l’olio (questa volta ho optato  per l’olio di Soia, ma voi potete condire davvero come più vi piace, ormai lo sapete.) solo poco prima di mangiarlo perché non volevo che frollasse con la patata o che coprisse il limone  (che invece secondo me, dava una spinta incredibile al tutto!).

Che altro? Buon appetito 🙂

Fede

 

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...