Torta bassa di Yogurt e Pesche

Ecco la ricetta, anche questa pubblicata su Instagram e richiesta da diverse persone per email e direct, della torta che ho fatto giorno fa con Pesche e Yogurt. E’ leggera, con ingredienti semplici e sempre con molti accorgimenti per avere un dolce sano, light, con pochi grassi e zuccheri… e gustosissimo!!!!

La versione di questa torta è :

  • senza latte
  • senza uova
  • senza burro
  • quindi adatta ai Vegani!

Nulla vi vieta di realizzarla con latte e yogurt tradizionali o che preferite! Quelli potete sostituirli sempre a gusto, ma ormai, se leggete da tempo il mio blog lo sapete (salvo dove diversamente indicato!!). Passo subito a parlarvi degli ingredienti perché questa torta è talmente veloce e buona….. che come spesso accade per le ricette che condivido: è più lungo da leggere e scrivere una ricetta che farla! Piccola premessa finale: è realizzata con una sorta di base di frolla allo yogurt, se così vogliamo chiamarla, che rimane molto soffice e leggera (aiutata anche dalle pesce in superficie!)

Ingredienti:

  • 1 vasetto di yogurt (io ho usato quello di soia al naturale)
  • 1 vasetto dello yogurt utilizzato di zucchero di canna grezzo
  • 1 vasetto dello yogurt utilizzato di latte di riso (o anche meno, aggiungetene poco per volta!)
  • 180gr di farina integrale (è ottima anche con la farina di farro)
  • 2 cucchiai colmi di amido di mais
  • 30gr di olio di semi
  • 1 cucchiaino di lievito secco di birra
  • 2/3 pesce tagliate a fette sottili

Mescolate in una terrina (o se preferite robot da cucina o planetaria) lo yogurt con lo zucchero, poi aggiungete l’olio, la farina, l’amido di mais e il lievito sciolto in poco della dose di latte indicata e lavorare bene gli ingredienti. Questo impasto, ricorderà molto una frolla, si ottiene un panetto molto morbido (maneggiabile con le mani, ecco perché ho indicato le dosi liquide di metterle piano piano perché comunque dovrete ottenere un qualcosa di maneggiabile, da stendere e morbido non secco o duro!). Va fatto lievitare un paio di ore (in questi giorni di caldo il mio era già abbastanza cresciuto dopo nemmeno 45 minuti!) regolatevi voi. Dopo che ha lievitato va steso su una teglia o nella tortiera che preferite, abbastanza basso (come si fa per la frolla dei biscotti o la brisè) ATTENZIONE PERCHÈ se lo farete alto verrà duro e potrebbe non dare il risultato della ricetta! Una volta stesa la base della nostra torta (io ho usato una teglia con carta forno quadrata)  ho tagliato le pesche, dopo averle lavate, a fatte sottili e le ho disposte una accanto all’altra (non una fetta sull’altra sennò creeranno acqua, stessa cosa per le fette: sottili perché se troppo spesse o alte tireranno fuori molto liquido andando a rovinare la base della torta!!). Nel frangente, dicevo, che tagliate le pesche l’impasto crescerà leggermente. Poi, piano piano (per non smontare la lievitazione, poca ma ci sarà), adagiate le fettine di pesca per tutta la base della torta, una volta fatto questo spolverizzate con zucchero di canna integrale e informate subito a forno caldo a 180gradi per 15/20 minuti e …sarà pronta! Se vi piacerà l’impasto e l’effetto si potrebbero realizzare anche negli stampi per crostatine, come preferite! Io consiglio di mangiarla NON bollente, ma sono gusti, una volta raffreddata ho aggiunto un pó di zucchero a velo et voilà! Ehm…. non è buona..di più!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

A presto,

Fede!

 

 

Annunci

2 Comments

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...