La mia Piada Integrale

Ciao a tutti! Lunedì.. funesto per quanto mi riguarda, quindi mi immergo nel blog per “dimenticare” la giornata NERA che ho avuto (lavorativamente parlando) e condividere di ciò che amo, adoro e che mi fa davvero staccare da tutto: la cucina!! Ebbene si: per me parlare di ricette, ingredienti, esperimenti culinari.. è eden puro. Quindi indoro la pillola e passo a parlarvi di una delle cose che adoro di più in assoluto sulla faccia della terra (sempre di mangiare parlando, ovvio..).

Ok, lo ammetto. Ammetto, dal profondo del cuore di amare alla follia e di adorare la Piada. Qualcuno la chiamerà Piadina, qualcun altro Piada Romagnola.. ma sempre di Piada si tratta! Si, esatto, proprio quella Romagnola, tipica. Non so se tutti sanno che non è uguale in tutta la regione, ogni zona ha la sua ricetta, il suo tipo (se alta o bassa, per esempio) e la sua tradizione. Dietro la Piada c’è un mare di storia: era il pane del pasto di una volta, si preparava con ingredienti semplici e velocemente dalle signore di casa. Accompagnava le pietanze e solo in un secondo momento è arrivata la consuetudine di abbinarla agli affettati o altre farciture. Ogni zona della Romagna ha la sua Piada: C’è chi segue la ricetta della tradizione, chi quella tramandata dalle nonne, chi la fa innovativa apportando modifiche.. è chiaro  che ognuno la gradisce a suo gusto. Oggi i tempi sono cambiati e se andate in Romagna troverete tantissimi chioschi e negozietti che fanno Piada e Cassoni (o Cascioni) per tutti i gusti e le intolleranze. Come è giusto che sia. Ecco quindi che si prova a farla con farine speciali per gli intolleranti, all’Olio (per evitare lo Strutto) per chi non mangia grassi o è vegetariano o vegano..e via dicendo..

Ecco quindi la mia versione, integrale (ma la realizzo anche di altre farine!), sana, senza tanti grassi ma che mi da matti ugualmente (rispetto all’originale, che ahimè, è deliziosa ma.. parecchio calorica!!!). Ormai avrete capito che adoro la cucina sana, integrale e dedicata agli ingredienti semplici e usare materie prime non raffinate, non elaborate o industrializzate ecco quindi la mia versione “integrale” della Piada:

  • senza latticini
  • senza strutto
  • senza burro

Semplicemente con farine selezionate, acqua e olio. Temete il risultato? E invece vi sbagliate perché come vi dico spesso le farine integrali e legate a cereali non raffinati nascondono sorprese, sia in fatto di sapore, che di resa. Senza contare che danno un gusto davvero unico a quello che preparate, ma ripeto, parliamo di gusti 😉 La mia, come sempre, è una proposta di quello che faccio io, che piace a me, alla mia famiglia e che noto ha sempre un discreto successo quando lo propongo a chi invito, quindi, perché no?

Allora gli ingredienti per queste piade integrali sono:

  • 200 gr Farina Integrale
  • 100 gr Farina di Grano Saraceno
  • 130/150 ml di Acqua tiepida
  • 40 gr di Olio Evo (di semi, di soia, di riso… quello che preferite e amate di più)
  • Sale q.b.
  • * (a piacere e si può anche omettere) la punta del cucchiaino del lievito istantaneo per torte salate (tipo pizzaiolo) oppure di bicarbonato. Ma solo se le volete cicciotte e un po’ gonfie… GUAI METTERE IL LIEVITO NELLE PIADE direbbero alcuni, si è vero, il lievito nelle piade NON VA MAI 😛 ma… sono gusti e usanze 😉   )

La preparazione è semplicissima: Unite le farine, l’Olio, il sale e piano piano iniziate a versare l’acqua tiepida. Mescolate bene e iniziate a lavorare con le mani l’impasto. Otterrete un panetto morbido, elastico e idratato (non secco o duro!!), lasciatelo riposare (non vi preoccupate se sembra leggermente appicciare o richiedere farina, lasciatelo riposare così, poi cambierà sostanza) per almeno 15/20 minuti (volendo lo potete già dividere in palline, ognuna sarà una vostra Piada!). Una volta riposato avete un impasto, se lavorato bene e idratato a sufficienza, morbidissimo, molto lavorabile e che si stenderà in un attimo con il mattarello. Prima di stendere ogni pallina mettete sulla spianatoia, il ripiano che usate o il tavolo (ognuno ha il suo!:P) un velo (E dico UN VELO!!) di Farina integrale!! Non di più perché si secca molto l’impasto e vi viene una piada dura e biscottosa!! Il testo per la cottura ( si ci vuole il testo per cuocere la piada, se non lo avete prendete una buona padella antiaderente bella larga) deve essere caldo, non freddo, stesso discorso di prima: ne va della riuscita della vostra piada! Una volta bollente versate la piada appena stesa e bucherellata leggermente con la forchetta. Gonfierà in un attimo, buon segno, vuol dire che sta cuocendo e sta venendo bene. Dovete girarla quando vedete che sotto ha fatto le classiche “macchie” scure della piada tipiche dell’impasto che ha cotto bene. Bastano un paio di minuti per lato, controllatele sempre: cuociono velocemente e vanno girate ogni tanto! Se non vi convince un lato o un punto, girate la piada e attendete ancora qualche mezzo minuto di cottura. Altro consiglio: non stendetele tutte e poi le cuocete perché si seccano, purtroppo per la piada bisogna “sgobbare”: si stendono e si cuociono e ..si mangia subito bollente e farcita! Ovvio no 😀

Come le ho farcite io??

Alcune le ho fatte con: Squaquerone e Prosciutto Cotto (un classico, sempre un gran successo) oppure anche solo con i semplici affettati. Ho fatto anche la mia preferita: –> Squaquerone, Rucola e Prosciutto Crudo.


Ne ho fatte alcune anche Vegetariane con:

  • Rucola e Squaquerone
  • Rucola, Melanzane Grigliate e Formaggio Stagionato
  • Squaquerone, Pomodoro, Origano e Cipollotto Fresco

E ne ho preparate anche di farciture Vegane con:

  • Zucchine Grigliate, Pomodoro, Origano , Cipollotto e un filo di Olio EVO
  • Melanzana Grigliata, Rucola, e Pomodorini e un filo di olio EVO
  • Carciofini, Pomodoro e Cipollotto e un filo di Olio

Le foto di tutte le farciture, ahimè, non le ho, ma sono finite tutte… secondo me erano buone! Ahahahahah 😀

Buon inizio settimana a tutti voi che mi leggete,

Fede

 

 

 

 

Annunci

One Comment

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...