Sana 2017 – parte 1 –

Buongiorno a tutti!! Il Sana 2017 si è concluso questo lunedì e come ogni anno le cose da raccontare e da dire sono… mille! Le ho tutte raccolte nella mia testa e spero di poter rendere con questo post almeno un quarto di quello che ho provato, ho scoperto, ho visto e ho assaggiato in questa fantastica fiera. So di essere di parte ( adoro il Sana perché rappresenta per me un grande connubio: l’amore per il cibo di qualità, sano e bio e per la cosmesi naturale) ma penso sia davvero una grande manifestazione, ogni anno sempre più ricca e piena di novità ed iniziative e un evento assolutamente da no perdere. Questo non solo per chi è necessariamente appassionato del settore ma anche per chi vuole curiosare, approcciarsi o approfondire il tema. Questo primo post sarà dedicato all’ambito FOOD del Sana 2017 quindi ai padiglioni 25 e 26. Ho anche fatto visita ai padiglioni dedicati al beauty, non come avrei voluto ahimè, però ho comunque visto le novità e diversi stand che mi interessavano (magari ne parlerò in un post a parte).

L’ambito FOOD al Sana ogni anno cresce sempre di più (come quasi tt gli altri settori della fiera, per fortuna!) e credetemi che avete solo l’imbarazzo della scelta nel visitare, scoprire e approfondire. Ogni anno ci sono sempre più novità, aziende ( e di questo sono anche felicissima di dire che anche aziende piccole e magari poco note si approccino a questa fiera dove spero e gli auguro raccolgano un grande riscontro e visibilità) e una delle cose più belle è che in tanti stand fanno assaggiare i propri prodotti , alcuni li cucinano in diretta e altri, addirittura, offrono veri e propri show cooking  (con nomi noti e non del settore, chef e affini). Sono presenti per tutta la fiera, nei vari Stand, e sono davvero interessanti come quello della rivista Funny Vegan con lo Chef Simone Salvini,  da Fior di Loto con Stefano e Riccardo di Gnam Box oppure da Probios  con Paola Maugeri. Se avete tempo fermatevi a parteciparvi perché meritano e sono davvero molto molto interessanti, senza contare che avrete modo di vedere da vicino grandi Chef del settore all’opera o sentire dal vivo l’opinione in merito ad alimentazione bio, sana o Vegetariane / Vegana da vip o esperti del settore.  Diciamo che per un foodblogger o un foodwriter non dico sia l’Eden, ma quasi, e non ha nulla da invidiare ad altre fiere mastodontiche e importanti affini del settore food, ma è leader, secondo me, nell’ambito del biologico e del naturale.  Bando quindi al mio cappello di elogi e iniziamo subito a parlare di cosa mi ha colpito e conquistata.

Entrando dall’ingresso Ovest Costituzione ci si imbatte subito nello spazio, dopo il centro servizi, dove quest’anno erano esposti i prodotti Sana Novità di ognuna delle tre categorie della fiera: Alimentazione biologica, Cura del corpo naturale e bio e Green Lifestyle (lanciati sul mercato da ottobre 2016 ) e dove ogni espositore poteva segnalare fino a tre prodotti ed i visitatori potevano quindi esprimere, votando, la loro preferenza, determinando il prodotto più votato per ognuna delle tre categorie. Molto interessante e una sorta di macro riassunto di tutto quello che la fiera offre ed espone.

Ogni anno non mi perdo mai il macro stand di NaturaSì  che con il suo biomercato ospita e permette di far conoscere oltre 100 piccoli stand di prodotti. Si parte con la zona solo dei loro agricoltori, quindi ortofrutta, poi dei frigo conservati quindi: fresco, pasta fresca, uova, burger veg e piatti pronti, latticini e affini. Ma anche surgelati, materie prime, prodotti confezionati (come biscotti, aceto, succhi, confetture, pasta…ecc..), cosmesi bio ed eboristeria..  e pensate c’è anche un punto ristoro per gustare tanti prodotti bio. Ovviamente tutto quello che è esposto negli stand lo si trova poi nei supermercati Naturasì ma è possibile anche acquistarlo direttamente dagli stand e si paga poi alle casse. Devo dire che è tutto molto organizzato e sembra di essere in un grande supermercato.

Perché approcciarsi al Biologico? Perchè acquistare in negozi bio come il Naturasì? Non voglio parlarvene io, ma vorrei soltanto far notare che all’entrata del biomercato (così come in tanti altri stand del settore) erano disponibili i magazine dell’azienda (così come brochure, dépliant e tanto altro) con le loro mission, la loro promessa e la loro storia. Sono cose tangibili e basta solo informarsi, poi ognuno è libero di fare le proprie scelte.  Perdetevi in questo macro stand e provate di tutto, fermatevi a parlare e conoscere i prodotti e tante realtà di aziende produttrici di qualità e storia nel settore.

Io quest’anno, oltre a salutare e conoscere le novità di aziende che già conoscevo ho avuto il grande piacere di scoprire altre aziende, una su tutte i Micro Ortaggi di cui avevo già sentito parlare, ma che visti da vicino e parlando direttamente allo stand.. sono stati davvero una scoperta! Si tratta di un progetto di agricoltura urbana della società agricola Pianta Natura che produce questi micro ortaggi, appunto, ma che di micro non hanno affatto il sapore, anzi, è davvero molto molto persistente e potente, il tutto in dimensione minuscole. Si tratta di: rucola, broccoli, cipolla, ravanello, coriandolo..e altre 20 varietà! Questi micro ortaggi vengono raccolti pochi giorno dopo dalla germinazione e si conservano poi, una volta acquistati, in frigorifero fino a 10 giorni. Le ricette e il modo di impiegarli, ovviamente è infinito. Assolutamente innovativo, buono e … sorprendente! Altra novità, almeno per me, è stata la scoperta di Le Furezze di cuore in cuore e la loro biscotteria gourmet. Dei biscotti assolutamente sublimi, particolarissimi e dai gusti molto innovativi: partendo dai bastoncini di anice e liquirizia, alle rondelle allo zenzero o le fettine cioccolato e peperoncino. Inutile dire che anche loro faranno parte dei miei prossimi acquisti 🙂 Anche La Romagnola Bio  con la loro pasta alimentare secca con cereali speciali, senza glutine e Cous Cous, il tutto da agricoltura biologica dal 1987, merita assolutamente. Sicuramente non è una novità per chi frequenta il NaturaSì , ma per me è stata una piacevole sorpresa, soprattutto scoprire che sono anche una fattoria didattica e da poco hanno aperto il loro store online! Voglio provare molti loro prodotti e sono curiosissima della loro Pasta di segale , di Riso (della quale hanno molte varianti come Riso e Ortica ).

Tra le aziende che invece stra- conosco e acquisto, ovviamente è stato un piacere ritrovare gli stand di Taifun Tofu secondo me i migliori a trattare il Tofu, che sappiamo essere un alimento particolare al gusto e che, se non preparato con qualità e bene, rischia di essere pessimo. Ecco che il loro stand quindi ogni anno propone assaggi dal loro assortimento, preparati al momento e golosi. Devo dire che in quanto a varietà e tipologie sono davvero imbattibili e tutti buonissimi e fatti bene: si passa dal gusto affumicato, al gusto pizza (!!!), al basilico, alle olive, al Forest tofu ( affumicato con profumo di cumino, cipolla ed erbe aromatiche) e..tanto altro! La cosa di loro che mi piace tanto è che non solo danno un prodotto di qualità ma aiutano il consumatore anche a prepararlo al meglio fornendo allo stand sempre anche dei mini ricettari per il tofu affumicato, vellutato e quest’anno anche per il Tofé: il tofu fermentato.

Ovviamente non posso non nominare, sempre nel macro stand bio mercato di NaturaSì, lo stand di Mozzarisella  che hanno una linea di Modificaprodotti veg a base di riso integrale germogliato, alternativa ai formaggi tradizionali. Tutti davvero molto buoni e ben fatti, e che spaziano dal sapore classico, al fumè, agli spalmabili e a quelli un po’ più solidi come la Caciorisella. Anche loro ricchi di assaggi, sempre gentilissimi e disponibili, e che presto usciranno con una novità che secondo me sarà altrettanto ottima e golosissima!!

Sempre tra le aziende che conoscono benissimo e della quale uso abitualmente i loro prodotti, senza dubbio fanno parte anche le bevande vegetali di Isola Bio . Anche qui è possibile assaggiare i loro prodotti, guardarli da vicino e prendere dépliant per vedere il grande assortimento che hanno, i miei preferiti? Direi assolutamente: la bevanda all’Avena e Avena Light , quella Bio al Riso Integrale Riso e Cocco . La loro novità presentata al Sana 2016 era stata la Linfa di Betulla, quest’anno proposta con l’aggiunta dell’ananas. Chi segue il blog sa che ho parlato di queste bevande vegetali in diversi post dei prodotti preferiti del mese oppure delle loro creme vegetali spesso nelle ricette o sempre nei prodotti preferiti e che acquisto ciclicamente.

Termino qui la prima parte del post dedicato al Food di questo Sana 2017, prestissimo la seconda parte!

…. stay tuned…

Fede

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...