La Spesa a FICO – Cosa ho comprato

Se giorni fa vi avevo parlato della mia esperienza da FICO Eataly World  – trovate QUI  il mio post – oggi invece condividerò con voi i miei acquisti (sia una tantum che ricorrenti) al FICO.

Innanzitutto dico che bisogna perdersi nelle corsie, negli spazi e nei reparti dell’angolo Mercato di FICO. Guardare, girare, leggere e osservare cosa viene venduto, da dove proviene, di cosa si tratta é sicuramente uno dei divertimenti più belli di questo posto. Anche solo sbirciando tra i vari scaffali si scopre qualcosa di nuovo e che sicuramente cattura la nostra attenzione. La scelta è ampissima: dolciumi, biscotti, cioccolato, farine, prodotti per Bambini (di altissima qualità, come tutti i prodotti che vengon venduti del resto), ma anche olio, pasta e tantissimi prodotti freschi! Ovviamente non finisce qui perché si trova anche un reparto – come già vi avevo descritto nel precedente post su FICO – fornitissimo ( e a mio avviso: delle meraviglie) di elettrodomestici, utensili, vettovaglie e tutta una serie di accessori anche di design, di marche favolose. Questo perché la cucina non è solo funzionalità, praticità ed efficienza ma spesso fa rima anche con stile, eleganza e arredamento, quindi design.

Proprio in questo reparto favoloso – accanto a quello Food – ecco che ho i miei occhi sono andati in orbita e non hanno più capito niente perchè mi sono letteralmente persa tra le meraviglie di pentole Agnelli (si, proprio quelle delle grandi trasmissioni di cucina in tv che solo averle davanti o acquistarle di fa sentire un po MasterChef o Chef stellato

insomma 😀 ), ma anche la grande eleganza di quelle Alessi  (lucidissime, come quelle delle favole di quando eravamo bambine e dove già uno si immagina di cucinare mille manicaretti e dove sai che qualunque ricetta riuscirà perché sono bellissime), per non parlare, sempre di Alessi della grandissima fornitura di accessori e complementi di arredo (davvero unici). Bellissimi e da restare ipnotizzati anche gli oggetti di Kartell particolarissimi e molto eleganti. Ogni volta che le vedo mi sembra di tornare negli anni ’60 – ma allo stesso tempo vengo riportata ai giorni di oggi per le funzioni ultra moderne che hanno –  e sono tutti gli elettrodomestici Smeg : uno stile inconfondibile, davvero da rimanere incantanti, il tutto poi esposto con la carrozzeria di una vecchia 500 fiat.. top! Ovviamente c’è una scelta accurata di elettrodomestici e aiutanti cucina come Kitchen Aid che con i loro colori e il loro design ridono davvero ogni cucina con un tocco glam inconfondibile oltre a dare davvero ottimi risultati (adoro!!!). I marchi sono tanti, questi sono quelli che mi sono rimasti impressi ma davvero c’è da perdersi e guardare e girare tra quelle bellissime corsie e reparti. Un marchio di cui avevo sempre e solo letto e che invece ho acquistato con sorpresa e piacere è Lékué , che ha davvero un’assortimento di accessori e oggetti. per la cucina favolosi! Io ho comprato il loro Cheese Maker (che cos’è??? E’ un accessori davvero interessante che permette di realizzare a casa formaggi di ogni tipo e per ogni intolleranza – presto vi farà una recensione in merito perchè lo trovo fantastico!) e sono rimasta affascinata anche dal Bread Maker (ciotola mitica dove impastate, fate lievitare il pane ..e lo cuocete direttamente in forno!), oppure anche dallo stampo per fare i grissini.. ma l’esposizione proposta.. anche in questo caso è davvero vasta.

Passiamo ora alle note “golose” e quindi inizio subito dicendo che tra le farine credo di aver passato non so quanto tempo.. (una piccolissima passione.. piccola piccola proprio :P) e dove ho trovato le Semole d’autore della Selezione CASILLO  che producono farine

e semole di alta qualità divise per tipologia ed uso (devo dire che trovo bellissimo anche il loro packaging). Ho comprato alcune loro farine e semole: del Racconto del Campo sia la TIPO 1 che TIPO 2 quella per frolle, crostate e biscotti e quella per pan di Spagna e torte da forno (sto ancora elaborando ricette e facendo esperimenti ma posso già dirvi che hanno una consistenza unica e rendono ogni dolce una “nuvola”, promosse, già da ora). Mi sono letteralmente innamorata invece (nel senso che le ho comprate già diverse volte) delle farine del Molino Grassi che ha una filiera 100% italiana, con grani davvero interessanti e da scoprire (o riscoprire):

ho comprato la farina Biodiversa “Miracolo” (dei grani antichi della provincia di Parma) adatta per pane, pizza e pasta, quella Biologica Integrale e la Semola e Farina Biologiche KRONOS (interessantissimo mix per preparare la pasta fresca secondo la ricetta emiliana o il pane, seguendo le ricette meridionali), ovviamente ve ne farò una recensione accurata e vi farò vedere cosa ho realizzato in merito.. innamorata è dire poco, che farine!! Sono della sottolestelle dei favolosi biscottini Mela e Carota che ho comprato per il mio bimbo più piccolo, si chiamano “Stella & Stello” e sono: senza uova, senza latte e derivati e sale aggiunto. A forma di stelline – appunto – perfetti per le manine del bambini, da sciogliere nel latte, per la colazione, lo spuntino o le prime merende dello svezzamento e con un simpaticissimo disegno in superficie. Adatti a vegetariani e vegani, biologici, pluricertificati e con una lista ingredienti cortissima: farina, sciroppo di riso, olio evo, farina di riso, purea di mela, succo di mela, carota e agenti lievitanti. Sono introvabili altrove e devo dire che ogni volta che vado a FICO li compro perché sono un must ormai di casa nostra.

 

Ricordate che vi avevo parlato della Balocco  nel precedente post e della loro produzione in diretta di biscotti? … .e che biscotti !!!! Sono frollini deliziosi, classici, dall’aspetto elegantissimo e così curato che riportano alle ambientazioni inglesi e dell’ora del thè immediatamente. Dopo essere rimasta ipnotizzata davanti alla loro filiera produttiva per diversi minuti, seguendo i vari passaggi, i macchinari e gli addetti che seguivano ogni fase, non potevo non acquistare (ancora pervada da quell’odore di fragranza e di buono che usciva dai laboratori) delle prelibatezze..ehm…. questo ogni volta che sono andata a FICO (inizio pensare che creino dipendenza Aahahaaa).

 

Deliziose le PASTE DI MELIGA (si sciolgono in bocca, con quel gusto delicato, fragranti e profumate di limone e mais … mmmm) e davvero ottimi i CROCCANTINI ALLA NOCCIOLA (dalla parola stessa sono: croccanti ma allo stesso tempo morbidi all’interno, con le nocciole che scricchiolano libidinose sotto i denti e una consistenza… unica.. ma come si fa!!??!IMG_8379

Il viaggio a FICO non può non terminare senza un gadget, e se ne trovano di ogni tipo:

spiritosi e originali (come i peluche, magliette, grembiuli, cappelli da cucina), utili (portachiavi, tovagliette, shopper di stoffa, per i prodotti congelati per la spesa..), ma anche classici come: tazze, zainetti, sacche, grembiuli, mascotte..) .. in fondo portare a casa un ricordo del viaggio è un classico e a non farlo, poi , ci si pente sempre.

A presto,

 

 

Fede

Annunci

Un commento

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...