Muffins Salati di Verdure

contest-conqui

Ciao a tutti, con questa ricetta accolgo (molto volentieri!) l’invito di Ilaria a partecipare al 2° contest del suo blog Ricette da coinquiline ( trovate tutte le info per partecipare QUI ).  L’idea è davvero carina: ricreare un piatto pubblicato tra le tante categorie del suo blog, anche modificandolo o usando ingredienti per intolleranze o specifici. Ecco quindi la mia ricetta per il contest: mi sono ispirata ai suoi Muffins Salati con Feta e Olive e li ho ricreati con le verdure ma in versione Vegan! Ovvero :

  • Senza Uova
  • Senza Latticini

Si tratta quindi di Muffins Salati con Verdure, Olive e Formaggio Vegetale! Potete utilizzare tutti gli ingredienti che propongo oppure ispirarvi alla ricetta e utilizzare quelli che preferite, come sempre sapete che il mio è solo uno spunto che propongo. Passiamo quindi agli ingredienti:img_7566

  • 1 Zucchina piccola
  • 1 Cipollotto Rosso piccolo
  • 6 Olive verdi denocciolate 
  • 3 cucchiai Farina di Ceci
  • 1 o 2 cucchiai Farina Integrale
  • 1/2 cucchiaino di Lievito istantaneo per torte salate (tipo Pizzaiolo)
  • 2 cucchiai Olio Evo
  • Acqua tiepida (q.b.)
  • Formaggio Vegetale ( io ho usato la Chicca della Verys)
  • Sale e pepe q.b.

>>>>>>>>> Tips : >>>>>>>>>

 -> Le dosi fornite sono indicative e del tutto soggettive perché dipende tutto dal quantitativo di verdure che inserite nella vostra ricetta ( e di conseguenza anche le dosi di farina di Ceci e di Farina integrale) quindi dovrete regolarvi sia con le verdure che soprattutto con la dose di acqua utilizzata ( in quanto è fondamentale perché deve amalgamare il tutto). Per aiutarvi posso dirvi che dovete partire da quanti muffins volete realizzare: se utilizzate una grande zucchina di conseguenza dovrete dosare tutti gli altri ingredienti per bilanciarli, questo per evitare che abbiate un impasto o troppo asciutto o troppo liquido. Prendete sempre come riferimento l’impasto classico di quando preparate i muffins; cremoso, spugnoso, non troppo liquido ma nemmeno duro o secco! Io, ad esempio,  ho usato una zucchina piccola e sottile, un cipollotto rosso piccolo e 6 olive verdi, circa 70/80gr di acqua tiepida per 3 cucchiai di farina di ceci e 1 di integrale, e 20gr di olio evo. Ma regolatevi sempre, anche in base all’umidità delle verdure utilizzate, per dosare i liquidi e la farina: calate la dose se eccessiva o aggiungete se l’impasto è troppo secco!!! il tutto fatelo mescolando e aggiungendo poco alla volta tutti gli ingredienti, così da regolarvi strada facendo.

-> Per il formaggio vegetale ho usato la Chicca della Verys, ne ho parlato tantissime volte sul blog, è un prodotto che adoro e che ciclicamente ricompro perché secondo me è davvero favoloso in queste preparazioni, ovviamente voi usate quello che preferite!

-> se non volete usare la farina di ceci, potete tranquillamente utilizzare solo la farina integrale, vengono squisiti comunque 🙂

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Procedimento:

  1. Con una una grattugia (il mixer apposito, o come siete abituati) grattugiate le zucchine. Affettate finemente il cipollotto rosso e le olive a pezzettini. Anche in questo caso la scelta del taglio delle verdure dipende anche dal risultato che vorrete ottenere: più grossolane per farle sentire maggiormente nel muffin, più sottili e fini se volete che si amalgamino nel composto.
  2. Tagliate anche il formaggio vegetale scelto a cubetti.
  3. In una terrina riunite tutte le verdure tagliate, le olive,  il formaggio vegetale tagliato, salate e speziate a piacere.
  4. Aggiungete ora l’Olio Evo (o scelto) e iniziate ad aggiungere, poco alla volta, la farina di ceci e quella integrale, alternando con l’acqua tiepida fino ad ottenere il composto cremoso classico dei Muffins. Mescolato il tutto aggiungete ora il lievito per torte salate istantaneo e continuate a mescolare bene. Ottenuto il tutto ora potrete versare l’impasto nei pirottini per muffins, o nello stampo apposito se lo avete.
  5. Devono cuocere in forno a 180° per 15/20 minuti (ma temperature e tempi di cottura sapete che variano da forno a forno, quindi ATTENZIONE!!)


Sono buonissimi appena sfornati ma anche freddi sono golosi e molto sfiziosi 🙂 Sperando che la mia idea vi piaccia, come sempre se la provate, fatemi sapere!

Alla prossima ricetta!

Fede

Annunci

IT Blogger?

Fino a poco tempo fa quando parlavo con qualche amica, in famiglia, o insomma con le persone che più mi conoscono meglio la domanda era sempre la stessa: “Ma perché non ti decidi ad aprire un Blog?”. La mia risposta era sempre impacciata, farfugliata ed evasiva. Secondo il mio punto di vista: non era mai il momento, non ero mai abbastanza preparata, o ero a corto di idee.. Scuse? Temporeggiavo? Non ero convinta? Mah.. Fatto sta che sono dovuti passare anni perché mi decidessi ad aprirne uno tutto mio. Eppure io di blog ne ho letti (e ne leggo da sempre) tantissimi, di vari interessi (alcuni dagli albori dei blog su internet ) e, al contrario di tanti, considero molto la categoria dei web-writer (quelli bravi e con contenuti, però) oggi blogger, e non solo di cucina: lifestyle, viaggi.. E tutto questo da molto prima dell’avvento dei nomi di categoria: beauty-blogger, travel-blogger, fashion-blogger e via dicendo… A questo proposito, infatti, mi fa sempre piacere scoprire nuovi blog e in questo infatti mi ha sempre aiutata anche Grazia.it con la sezione dedicata ma soprattutto, con l’iniziativa  #bloggerwewantyou

http://blogger.grazia.it/images/blogger/js/badge.js?bwwy=true&blid=0&e9df29

mi aveva fatto scoprire (e continua a farmi conoscere) tantissime e tantissimi blogger  (alcuni che seguo davvero con piacere) e ora mi ha dato la spinta per dirmi “Perché no??” e …candidarmi!

Senza nemmeno che specifichi che una delle sezioni di Grazia.it che adoro maggiormente è quella dedicata al Food e Tendenze in Cucina, vero???

Tornando a parlare del momento dell’apertura del blog, i dubbi erano tanti – e da quello che vi ho raccontato nemmeno a dire che non ne masticassi di materia o in merito..e neanche a dire che non sapessi da dove partire!?? – Ma… sapete quando non è “il vostro momento”? Ecco.. non lo era mai, finchè non è arrivato il giorno “zero” (come lo chiamo io) in cui (peggio di un salto nel vuoto) e soprattutto davanti ad un cursore che impaziente mi lampeggiava davanti in attesa che io digitassi qualcosa (il nome del blog. Si, ero anche arenata sul nome..ma poi ho dato luce al tutto!) è nato “qualcosa”.

E’ nato “LATO F”. Ed ecco che sono tornate le domande…

Perché “Lato” ? 

“Lato” è inteso come: punto di vista, prospettiva, angolatura.. un modo di veder le cose.
In questo caso: il mio.  Questo perché sono partita dalla traduzione di “blog” che è un abbreviazione di due parole inglesi che stanno a significare letteralmente:  diario in rete. Ed io così l’ho presa: come un diario, virtuale, per condividere la mie grandi passioni.

“F” perché è l’iniziale del mio nome : Federica. Ma per tutti sono “Fede” .

Non so parlare di me, non so perché.. però posso dirvi che sono mamma, moglie, lavoratrice e… blogger per passione, per condivisione e passatempo. Ho 34 anni, un lavoro part time che non mi fa annoiare mai (diciamo così…..) e Amo e adoro cucinare.  Mi rilassa, mi fa staccare da tutto, è il mio Eden, il mio regno, il mio spazio sospeso dove ci sono solo : io, i miei ingredienti, i miei pensieri…e basta. Punto.

E’ anche l’unica cosa che quando sono di cattivo umore (o magari provengo da una giornata nera… presente??.. ) mi solleva e ristabilisce l’umore. Impastare, mescolare, versare… sono gesti che hanno un effetto calmante e mistico su di me.

Parlare solo di passione è riduttivo, ma penso che per ora sia sufficiente dire che è così forte che mi ha spinto ad aprire un blog. Per la precisione la mia passione sono i panificati (adoooro fare il pane e affini), le torte salate, la pasta fatta in casa..e così via.. ma sono anche molto interessata alla cucina Vegana e alle ricette sane (o light che dir si voglia, quindi legate al mangiar sano, integrale e alla Cucina Naturale (quindi senza prodotti o farine e zuccheri raffinati o ingredienti elaborati industrialmente) e ovviamente mi piace sperimentare e creare ricette “senza” (ovvero: o senza uova, o senza latte, o senza  zucchero,..etc.. ).  La cosa fondamentale però è che propongo ricette principalmente semplici, veloci,  incentrate sì sul mangiar sano, naturale ma comunque sempre senza rinunciare al gusto, all’impatto visivo e al piacere di mangiare!

Non sono appassionata solo di cucina e ingredienti ma anche di tutta l’attrezzatura e gli utensili che la riguardano (sia gli oggetti classici che innovativi ) ovviamente anche tutti gli elettrodomestici definiti come “aiutanti” in cucina e non. Amo anche la Green Beauty (ovvero dei prodotti bio, con inci verde, quindi tutta la cosmesi naturale o affine). Sono appassionata da sempre di Thè, Tisane ed Infusi, colleziono Mug e Tazze di ogni genere (infatti non so più dove metterle..) e…. sono anche una tecnology-addicted. Si, lo ammetto: la tecnologia che sia intesa come elettrodomestici, e-book e non … mi piace! (sempre ovviamente rimanendo negli ambiti dei miei interessi).

Se ho le carte o meno per essere una IT Blogger non lo so, quello che però so per certo è che sono vera, spontanea e metto sempre tanta passione e cura in quello che faccio, frivolo o serio che sia. Vi sembra poco?

Se siete arrivati a leggere fino a qui, vi ringrazio e se vi è piaciuto il mio blog votatemi su Grazia.it !!

Un abbraccio,

Fede

Balsamo Labbra Idratante_Vivi Verde Coop

Ok, lo ammetto. Ho una “leggerissima” dipendenza dai balsami labbra o burri cacao che dir si voglia! Li a-do-ro!  Sin da quando ero bambina. Ovviamente mi piace che siano con inci più verde possibile e con ingredienti naturali. Ne provo tantissimi, ovviamente ho i miei preferiti, e ne avrò sicuramente uno in ogni borsa sparso, pochette, o cappotto che sia (a seconda della stagione!). Posso dire di non essere patita di rossetti o make up come lo sono per i balsamo labbra! Mi piacciono neutri, colorati, perlati…insomma basta che non abbiano paraffina  o altre sostanze dannose all’interno degli ingredienti..e sono miei !!!

Oggi, per la sezione “I like it!” vi faccio la mia recensione sul Balsamo Labbra Idratante della Vivi Verde Coop. Devo dire che i prodotti Vivi Verde li trovo davvero buoni, e soprattutto per il prezzo che hanno non deludono mai! Parlando del balsamo labbra devo dire che è ottimo! Ottimo è dire poco. Innanzitutto, comprando da anni e anni balsami labbra di svariate marche, artigianali o autoprodotti,  posso dire quale sia l’effetto che sicuramente non mi piace di un burrocacao: non deve essere oleoso (secondo me) nel senso che non deve lasciare quel film lucido, appunto oloso e scivoloso sulle labbra che non nutre affatto ma serve solo temporaneamente a dare quel lucido alle labbra che  finisce sempre per trabordare dal contorno labbra facendoti sembrare come se avessi preso un insolazione! Quindi preferisco che un burrocacao sia morbido, confortevole, scivoloso e che renda realmente le labbra morbide, dalla prima applicazione. Questo balsamo labbra della Vivi Coop è abbastanza morbido da stendere ma quello che mi piace di più è sicuramente la sensazione di morbidezza e idratazione che lascia sulle labbra. E non solo per la prima mezzora di applicazione, è davvero durevole. E’ protettivo e idratante sul serio come promette e devo dire che la sua consistenza sia al tatto che sulle labbra è davvero piacevole (alcuni burri cacao invece sono un pò più solidi!). Mi piace che aiuti la rigenerazione, perché l’ho provato anche in pieno inverno con le labbra parecchio secche dal vento e freddo (si, oltre ad essere appassionata di balsami labbra, le mie labbra di certo non aiutano.. si screpolano come niente! 😦   ). Inoltre ha un inci perfetto, è ovviamente senza petrolati o altri ingredienti che non voglio sicuro siano presenti in un balsamo labbra che mi rimane sulle labbra a lungo e che potrebbe finire in bocca, denti e gola..

Il prezzo, come tutti i prodotti Vivi Verde Coop è stra interessante (poco più di 2 euro) quindi.. Promosso!

Vi lascio, ovviamente, il link diretto al sito Vivi Verde Coop per info dettagliate e precise sulla composizione e tutto il resto: http://www.e-coop.it/web/guest/trattamento-viso1

Un Sandwich per vedere l’Italia

Ieri sera, partitona dell’Italia (tralasciamo il risultato…..), parliamo di cose inerenti al blog.. I panini che ho preparato per la seratona!!!
Come sempre sono semplici, freschi, veloci e leggeri. Li condivido dato che sono:

  • Senza maionese
  • Senza latticini
  • Vegetariani e Vegani

Ma sopratutto…. Gustosissimi e buonissimi!! Chiaramente non sono niente di difficile da preparare ma li condivido come spunto o idea per la farcitura 🙂

Ingredienti:

  • Pane integrale con semi vari
  • Rucola
  • Pomodoro perino
  • Cipollotto
  • Carciofini (a piacere: al naturale o sott’olio)
  • Olive nere
  • Sale q.b.
  • Origano, timo.. (Spezie a piacere)

Per questo panino ho usato un pane integrale con semi (link alla ricetta dei miei panini con i semi: https://latofblog.wordpress.com/2016/06/26/i-miei-panini-integrali/) , sempre ieri sera ho fatto panini di vari tipi e farcitura usando anche il mio panbauletto integrale (–> vi lascio il link alla ricetta: https://latofblog.wordpress.com/2016/06/17/il-mio-panbauletto-integrale/ ). Una volta tagliato a metà il panino, condisco con mezzo giro di olio su entrambe le parti (a piacere o usare l’olio che preferite). Sono partita dalla parte – delle due metà ottenute – che farà da base al panino e ho messo subito il pomodoro tagliato a fettine (così che inumidisca il pane e non rischi però allo stesso tempo di bagnare troppo gli altri ingredienti). Ho salato e speziato i pomodori, poi ho aggiunto il cipollotto tagliato molto sottile (secondo me il cipollotto è perfetto). Dopo il cipollotto è il momento dei carciofini che vanno tagliati a fette (a piacere se sottili o meno. Io cerco comunque di non farle troppo spesse, sono gusti). Tagliate i carciofini per la lunghezza e non per la larghezza altrimenti quando li tagliate nn solo si sfaldano ma nel panino scappano da tutte le parti! Dicevamo: sopra ai pomodori con il cipollotto mettiamo i carciofini e poi la Rucola. Io la Rucola la tagliuzzo leggermente e la adagio senza pressare o schiacciare eccessivamente (sennò si “cuoce” nel senso che non avrà più l’aspetto fresco e croccante ma diventerà moscia come verdura lessa!). Per ultimo aggiungo le olive nere, snocciolate, e tagliate a metà. A piacere potete condire o meno la Rucola. Il pane volendo si può anche tostare oppure lasciarlo morbido naturale per avere un sandwich classico. Anche questo è a gusto. Io per questo panino – avendo usato un pane integrale e segale con semi – ho pensato che la croccantezza gliela dessero già i semi nell’impasto e nella parte superiore del panino.

Tra l’altro, una volta pronti, se tagliati a metà sono un tripudio di colori… Si ricordano i nostri colori italiani!!

Più a tema di così 😎

A presto!!!!!

Fede