Biscotti ARTEBIANCA: Fior di Riso & Senza Niente

Buongiorno e Buon Lunedì!!!!  Iniziamo la settimana con una recensione “dolcissima”, ovvero parlando di biscotti, buonissimi e di alta qualità, che conosco da molto tempo (e quindi acquisto ciclicamente) e che sono ormai sono diventati una scelta sicura quando voglio comprare qualcosa di assolutamente buono, sano e goloso!!

Sto parlando dei biscotti: Fior di Riso e SENZANIENTE della ARTEBIANCA Natura & Tradizione.  Questi biscotti dalla confezione, all’etichetta e dall’aspetto, parlando di qualità e sono fatti ovviamente con ottimi ingredienti. Partiamo dai Fior di Riso: si tratta di biscottoni a forma romboidale, spessi, fragranti e dal sapore davvero goloso. Sono fatti con farina di riso macinata a pietra e (cito dall’etichetta degli ingredienti) con un mulino a “pietre rotanti” (se volete saperne di più sui loro mulini e sulla produzione, sul loro sito c’è una pagina apposita dove ho trovato tutto spiegato in maniera molto esauriente), il resto degli ingredienti è altrettanto promettente e molto semplice: uova fresche in guscio,  zucchero, burro e agenti lievitanti (tra cui l’amido di riso).

Ovviamente CONTENGONO UOVA e LATTICINI (non c’è uso di latte, ma del burro) ma NON CONTENGONO:

  • OLIO DI PALMA
  • OGM
  • CONSERVANTI o COLORANTI
  • e sono adatti ai VEGETARIANI

Il loro sapore è unico, davvero. Li riconoscerei tra mille. La combinazione tra la farina di riso (Che si sente davvero e da una spinta importante al biscotto) e il resto degli ingredienti è davvero molto bilanciata. Finalmente questo è un biscotto che promette quando scrive: ovvero si parla di farina di riso, la si sente e “governa” tutto il sapore portando davvero il gusto a quello che recita l’etichetta, ovvero “fior di riso”. Sono ottimi da soli ma anche inzuppati (nel latte o nel thè, o in qualunque bevanda calda) sono ancora più buoni, a mio avviso. Mantengono la loro sostanz anche quando inzuppati e il sapore viene maggiormente sottolineato. Anche appena aperto il sacchetto il sapore che ne fuoriesce è assolutamente vicino al richiamo del “riso” e del buono. Mi piacciono tantissimo, dall’aspetto, alla confezione e all’etichetta tutto mi ricorda un prodotto artigianale, di qualità e che richiama i biscotti fatti in casa, magari dalle nonne o della tradizione e che già dall’aspetto (per non parlare del sapore) riporta indietro o fa sentire davvero tutto il gusto di “un biscotto”.  Io li trovo in due grandi supermercati (ahimè però non trovo l’intera gamma che invece vorrei provare di volta in volta! voglio informarmi meglio) e devo anche sottolineare che il rapporto qualità prezzo sia davvero onesto e valido, anche rispetto a tanti concorrenti sul mercato, per quantità e ingredienti (circa).

Passiamo ora ai biscotti che mi hanno davvero stupito e conquistato, dal sito dell’azienda ho saputo che fanno parte della Linea Benessere che comprende tutti prodotti o: SENZA FRUMENTO, o SENZA LATTE e SENZA UOVA o SENZA ZUCCHERO. In questo caso vi parlo dei biscotti SENZANIENTE che sono, secondo me, il “top”  di questa categoria  per ingredienti utilizzati e per lo studio negli ingredienti utilizzati che per la tipologia di usi che abbracciano tantissime tipologie di clienti, ovvero sono:

  • SENZA FRUMENTO
  • SENZA LATTE
  • SENZA UOVA
  • SENZA ZUCCHIERI AGGIUNTI
  • adatti a VEGANI e VEGETARIANI

Il nome di questi biscotti non poteva esser più azzeccato e giusto inoltre hanno una bellissima forma a cuore che li rende anche molto carini da vedere. Lo so che vi starete già chiedendo di cosa “caspita” sono fatti questi biscotti, e vi rispondo subito dicendo che: sono fatti con Farina di Riso e di Grano Saraceno macinati (sempre citando l’etichetta ingredienti) con un piccolo mulino a pietre rotanti (anche per questo approfondimento vi rimando al link citato poco sopra sul sito dell’azienda), Maltitolo, Fecola di Patate, succo di ananas, olio di Cocco, Amido di Riso e agenti lievitanti. Praticamente ho trovato questi ingredienti assolutamente “geniali”! L’uso della Farina di Riso, così delicata e fine, abbinata al grano saraceno, e agli amidi scelti (fecola di patate e amido di riso) non solo escludono l’uso del frumento ma rendono il biscotto assolutamente friabile e per niente troppo duro.  L’uso del maltitolo elimina quindi l’uso degli zuccheri e inoltre l’olio di cocco e il succo di ananas gli danno gusto e profumo. Finalmente un biscotto di questa categoria che non sa soltanto di olio o non è duro come il ferro da mangiare! Sono ottimi. Il sapore è il profumo di questi biscotti è fantastico, molto particolare e davvero davvero unico: non c’è un sapore che prevale sull’altro, tutti gli ingredienti sono perfettamente amalgamati tra loro e molto ben bilanciati. Inoltre : NON CONTENGONO OLIO DI PALMA, OGM, CONSERVANTI e COLORANTI. Che dire? Che altro aggiungere??  Io direi assolutamente nulla se non che intendo acquistarne sicuramente altri sia della linea “Benessere” sia dei prodotti Classica, così come sono curiosissima di provare anche tutti gli altri prodotti della ARTEBIANCA.

Come sempre vi lascio il link  per approfondire sui SENZA NIENTE e sui Fior di Riso  (basta cliccare sui nomi dei biscotti e vi si aprirà direttamente la pagina al sito della ArteBianca!)

Buon inizio settimana e alla prossima recensione!

Fede

Annunci

Torta Soffice Marmorizzata

I dolci non sono il mio forte. Assolutamente no. Li faccio (o almeno ci provo) ma.. ehm.. non sono la cosa su cui punto per fare bella figura. Eppure… eppure, ogni tanto, ci sono ricette che “riescono”. E danno anche dei risultati fenomenali! Come questa torta che sto per condividere con voi, si tratta infatti di un semplicissimo ciambellone (chiamiamolo così), ottimo per la colazione, merenda o quando volete e leggero, ma buonissimo!

Una ricetta super facile, super veloce e :

  • Senza latte
  • Senza burro
  • Senza uova
  • Vegan

 

 

Le dosi che vi do sono per una tortiera da 20-22cm (max), passo quindi a elencarvi gli ingredienti:

  • 125gr di Yogurt di Soia (o altro vegetale, a piacere)
  • 150gr di Zucchero di Canna
  • 60gr di Olio di Semi
  • 250gr di Farina
  • 150gr di Latte Vegetale ( o Acqua)
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di Cacao Amaro

>>>>>>>>>>>>>>>>> Tips : <<<<<<<<<<<<<<<<<<

-> per lo Yogurt potete usare quello che preferite, dolcificato o al naturale, a gusto personale.

-> La Farina: io uso sia quella di Farro, oppure Integrale, o una fiore di farina (macinata a pietra) non eccessivamente raffinata. Ottimo anche con la farina di riso miscelata insieme ad una farina glutinica. A voi la scelta 🙂

-> La dose di latte vegetale (a scelta potere usare quello che preferite tra: Soia, di Riso, Avena, ecc….) oppure, se non volete usare il latte vegetale, sappiate che è ottimo anche con l’Acqua.

-> Abbiate sempre l’accortezza di sciogliere bene lo zucchero di canna con gli altri ingredienti, e mescolate molto bene il composto (non dovendo lavorare ingredienti classici come uova, o burro, sappiate che la lavorazione per questi impasti..è tutto!)

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Procedimento: In una terrina uniamo lo yogurt, lo zucchero e l’olio e mescoliamo bene, fino a cercare di sciogliere tutto lo zucchero. In alcuni casi, e in base anche ad alcune marche di zucchero e latte vegetale, io, ho scaldato leggermente latte vegetale e zucchero insieme per facilitarne lo scioglimento e far sì che si amalgamassero meglio con il resto degli ingredienti. Tornando a noi quindi mescoliamo: yogurt, zucchero e olio di semi insieme, fino ad ottenere una sorta di crema, abbastanza liscia. Unite ora la farina, il lievito per dolci e il latte vegetale (o l’Acqua). Mescolate bene tutti gli ingredienti. Ora, in una teglia con carta forno (o in base a come siete abituati: imburrata di margarina e farina), versate 3/4 di impasto, la rimanente parte lavoratela velocemente con i 2 cucchiai di cacao amaro indicati nelle dosi, fino ad ottenere anche in questo caso un impasto soffice  e senza grumi (se setaccerete le farine e il cacao, il risultato sarà ancora più ottimale). Ora finite di versare anche la parte di impasto al cacao, creando così il classico binomio tra impasto bianco e nero al cioccolato che in cottura diventerà appunto “marmorizzato”. Infornate a forno caldo, statico, a 180° per 30 minuti (ma i tempi di cottura, così come la temperatura, variano da forno a forno!!! attenzione!!!)

E’ ottima farcita con marmellata, creme, cioccolato, semplice come l’ho preparata io, arricchita con frutta secca o gocce di cioccolato..le varianti sono mille e la fantasia non ha limiti. Ottima nel latte caldo, per accompagnare il thè.. quando volete. Sofficissima, morbida, deliziosa… leggerissima… e.. nuova. Questo dolce stupirà per la sua semplicità e bontà!

Alla prossima ricetta, buon weekend!!!

Fede

 

Ciambelline di Farro

Ciao a tutti, oggi momento relax con una delle mie adorate tisane (insieme ai thè) e una delizia molto golosa che ho preparato in quattro e quattr’otto tornata da lavorare. Ricetta che mi è venuta in mente mentre facevo la spesa (si perché io le migliori ispirazioni culinarie, esperimenti e idee mi vengono ovviamente in mente facendo la spesa, ma anche vedendo utensili appositi, stampi, tortiere o affini tra gli attrezzi di cucina!!). Si tratta di una ricetta dolce, io devo dire che non sono proprio fortissima nei dolci…e se dovessi dire come mai  non saprei nemmeno cosa imputarmi. Forse, e questo è il mio pensiero, ognuno in cucina ha il suo talento e le sue affinità (io cucino e faccio dolci ma se dovessi dire che sono il mio cavallo di battaglia..anche no 😛 Questo però non vuol dire che non siano buoni o che non vengano bene ehehehehhe :D) semplicemente però penso siano preparazioni particolari, precise e che abbiano bisogno di tecnica, amore ed esperienza. HO sempre adorato la frase di una nota pubblicità di diversi anni fa.” Chi fa dolci.. il ciel l’aiuta..” che sia così??? Scherzi e preamboli a parte, torno a parlare della ricetta di oggi: delle Ciambelline di Farro

davvero morbide, soffici…golose e…. ovviamente, come tutti i dolci che ultimamente sto condividendo (e preparando a casa) fanno parte delle ricette della categoria “Senza” perché sono:

  • Senza Burro
  • Senza Latte
  • Senza Uova
  • Vegan

Infatti, come ho detto più volte, sono molto interessata alle ricette di dolci e pasticceria Vegan e quindi senza latte, uova e derivati animali e mi piace informarmi, sperimentare e conoscere sempre più sull’argomento. La ricetta di queste ciambelline di oggi direi che fa parte di questi esperimenti super riusciti del momento, e… perché non condividerla!? E’ ricca di ingredienti super ok (nel senso di sani e che renderanno comunque la ciambellina soffice e morbida anche senza l’uso di uova, burro o latte! Provare per credere… ), super reperibili, semplici e velocissima da fare! Passo subito agli ingredienti e al procedimenti perché , come tante delle ricette che scrivo sul blog: è più lungo da scrivere e da spiegare che da fare!!!!!!!!!!!!


Ingredienti

  • 150gr di Farina di Farro*
  • 30gr di Amido di Mais
  • 30gr di Olio di Semi
  • 80gr di Zucchero Integrale di Canna *
  • 120ml di Latte Vegetale *
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

 

>>>>>>>>>>>>> Tips <<<<<<<<<<<

– Come spesso indico: per l’Olio di Semi potete utilizzare quello che preferite, io sconsiglio l’Olio Evo perché per un dolce penso abbia un sapore troppo forte; idem vale per il Latte Vegetale (quello che preferite: di Riso, di Soia, di Avena…). In questo caso io ho usato un Latte di Soia che mi sta piacendo moltissimo, è della Probios, perché contiene, solo ed esclusivamente, acqua e Soia all’interno. Magari vi farò una recensione più avanti dato che della stessa linea vorrei provare altre cose.

– Per lo Zucchero usate il Dolcificante o zucchero che preferite. Io ho usato lo Zucchero Integrale di Canna Alce Nero  (in questo caso ho utilizzato quello Chiaro, che insieme a quello di zucchero integrale sono tra i miei preferiti! Ve ne avevo già parlato in diverse ricette, compreso l’ultimo post )

– La Farina di Farro che utilizzo è una delle mie preferite è della Fior di Pietra – Luzi Food  anche di questa, a breve, uscirà la mia recensione 🙂

– Se non volete utilizzare il lievito per dolci, e fare una vera ricetta Vegan, potete usare il Cremor Tartaro 🙂

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Detto questo, come tante delle mie ricette: è più lungo scrivere e leggerle che farle!!!Quindi passo subito al procedimento : In una terrina ( o robot o planetaria, come preferite) setacciate la farina di farro, l’amido di mais e il lievito per dolci. Aggiungete poi lo zucchero di canna fatto sciogliere nel latte vegetale (potete anche scaldare  – o intiepidire leggermente – il latte vegetale per facilitare l’operazione, permettendo così allo zucchero di amalgamarsi meglio con gli altri ingredienti impastando!) e l’Olio di Semi. Mescolate bene e assicuratevi di aver ottenuto un impasto morbido, senza grumi e che non sia né sostenuto come per pane o pizza ma nemmeno liquido come se fosse una pastella! Deve comunque risultare fluido ma non eccessivamente pastoso. Ora potete versarlo nello stampo apposito per ciambelle e infornate a forno già caldo a 180gradi per 20/25 minuti –> FATE SEMPRE ATTENZIONE AI TEMPI DI COTTURA!!! Controllate costantemente il forno! Una volta cotte fate attenzione a toglierle dallo stampo e fatele raffreddare, poi potete spolverizzarle di zucchero a velo, ricoprirle di cioccolato o come più vi piacciono (anche al naturale sono davvero buone!). La cosa che sorprende è che sono molto soffici, molto profumate e davvero buone. Questo grazie alla farina di Farro e all’Amido di Mais che rendono il tutto davvero tenero e morbido. Non vi dico insieme alla mia tisana che momento relax è stato…. davvero unico…e molto molto dolce 🙂 A proposito,visto che so già che mi verrà chiesto, la tisana è della Arbe …fa-vo-lo-sa!!!

Spero vi sia piaciuta la ricetta e come sempre se la provate, fatemi sapere!!

Domani è giovedì.. inizia la discesa verso il weekend, tenete duro 🙂

Fede

Tofu Cake Vegan: il dolce che non ti aspetti

Ciao a tutti!!! Mercoledì, metà settimana…che ne dite di una ricetta dolce per spezzare la settimana e prepararsi alla parte “in discesa” verso il weekend?? Si, ok un dolce ma se vi dicessi che è a base di Tofu??? No! Vi vedo! Non storcete il naso!! Vi dico che è buonissimo e se vi fiderete della mia ricetta, mi saprete ridire 😉

img_5505

Curiosi di sapere di che dolce si tratta? Bene è una..Cheesecake Vegan, quindi questa ricetta essendo:

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Vegan
  • Senza Farine

io direi che è meglio chiamarla, come da titolo della ricetta, “Tofu Cake”. Un dolce buonissimo, golosissimo che davvero non vi farà rimpiangere per nulla la cheesecake classica, anzi, direi potreste scoprire nuovi gusti davvero interessanti. Tra i lati positivi di questa ricetta, inoltre, c’è che è: veloce da preparare (si assembra il tutto con pochi minuti, base compresa),  non ha bisogno di più fasi di preparazione (non dovrete quindi fare la base e farla riposare e poi dedicarvi alla crema, potete tranquillamente preparare base e subito dopo la crema del dolce!), la ricoprite come preferite: frutta fresca, mousse di frutta, sciroppi o glasse ai frutti di bosco, cioccolato … etc…. non si cuoce: quindi si prepara tutto e si mette in forno a riposare!  ..dopo il tempo di riposo e per di più si usa il Tofu che è naturalmente senza grassi e colesterolo! Cosa fondamentale, però, a mio avviso è: usare un Tofu cremoso, quindi tipo “silken”, perché ha una consistenza perfetta per la realizzazione del dolce, si amalgama benissimo con il resto degli ingredienti e non fa grumi, inoltre anche il sapore, secondo me, è migliore. Se volete sapere che Tofu uso ne ho parlato QUI  . Per determinate ricetta, come questa, ormai acquisto solo questo e mi trovo benissimo. Del sito dove lo acquisto cosa ne penso l’ho detto anche in altri post e comunque trovate tutto nel link che vi ho lasciato. Posso comunque ribadire che trovo Tibiona.it  un sito super conveniente, super fornito e davvero da tenere in considerazione per gli acquisti online soprattutto di prodotti alimentari introvabili nei negozi! 😀

Ultima parentesi che apro (prima di elencarvi ingredienti e procedimento della ricetta): da alcuni post – ma penso che lo farò sempre di più dove mi è possibile –  ho iniziato ad indicare (di alcuni ingredienti) quale marca fosse e che tipo acquisto. Dato che mi viene chiesto spessissimo, penso sia sempre più utile. Quindi quando vedrete, tra gli ingredienti, alcuni contrassegnati dall’asterisco * sappiate che nelle tips, o subito sotto trovate riferimenti in merito 🙂 Spero così di poter rispondere a domande, curiosità ed essere sempre più utile 😀

Passiamo agli ingredienti della mia Tofu-Cake:

PER LA BASE: (per una tortiera da 18-20 cm)

  • 80gr di Biscotti Integrali *
  • 8-10 Datteri al naturale (non zuccherati, non trattati con sciroppo di glucosio)
  • 2 cucchiai abbondanti di Fiocchi di Avena
  • 1-2 cucchiaio di Olio di Semi
  • 1-2 cucchiai di Sciroppo di Agave

PER LA CREMA:

  • 250gr Tofu Cremoso tipo “Silken”
  • 30gr di Anacardi
  • 3-4 cucchiai di sciroppo di Agave
  • la punta di 1 cucchiaino di Gelatina Vegetale (Agar Agar)

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Tips : <<<<<<<<<<<<<<<<<<

– I Datteri io li uso sempre al naturale (quindi non zuccherati, non educolrati o elaborati e non trattati con sciroppo di glucosio) ma  E’ UNA SCELTA PERSONALE! Se non li trovate nei negozi o avete difficoltà a reperirli ma volete provare comunque in rapidità la ricetta, sappiate che non succede niente di particolarmente strano .. solo dovete rivedere le dosi di dolcificante che poi andrete ad usare perché saranno già molto dolci di loro!!!  Quindi NO PANIC ! 🙂

Olio che uso è di Semi (a piacere, non deve cuocere. Io non userei l’Olio Evo perché secondo me ha un sapore troppo forte).

– Come dolcificante io uso lo Sciroppo di Agave perché secondo me perfetto per sapore, consistenza e resa, ma come sempre siete liberi di usare quello che preferite. Dovrete solo tarare le dosi, sia a gusto che a risultato.

– Le dosi, so che lo specifico sempre, ma è importante: sono indicative. Sia per un discorso di prodotti usati (per consistenza e densità) sia per gusto: c’è a chi piacciono i dolci molto dolci e a chi gradisce magari un gusto meno intenso. Provate la prima volta e, se vi piacerà la ricetta, la tarerete a vostro gusto. Soprattutto quando si usano questi dolcificanti naturali (agave, truvia, sciroppo di Riso, Stevia, così come lo zucchero di canna integrale) che hanno gusti e consistenze diverse, bisogna tararsi 🙂

– La gelatina vegetale che ho utilizzato (dato che è una ricetta vegan: non vengono utilizzati ingredienti né di origine né di derivazione animale) è a base di Agar Agar. La potete trovare in bustine in negozi dedicati al biologico, specializzati ma ormai si trova anche nella grande distribuzione!

*: per la base io ho utilizzato i Frollini Integrali Alce Nero, che mi piacciono tantissimo e secondo me sono davvero un’ottima base per questo dolce! Se volete leggere la mia recensione su questi biscotti la potete leggere Cliccando QUI

Procedimento: Partiamo dalla base, prendiamo i biscotti, i datteri ed i fiocchi di avena e li tritiamo (in un mixer, robot, tritatutto, quello che avete a disposizione) fino ad ottenere una sorta di composto sabbioso (poi sta a voi se volete ottenere una base omogenea e compatta o preferite tritare grossolanamente e lasciare che gli ingredienti si sentano di più sotto i denti!). Aggiungiamo l’Olio e lo Sciroppo d’Agave (o il dolcificante che avete scelto)–> aggiungete sempre di ognuno 1 cucchiaio alla volta di modo che potete assaggiare e decidere il gusto! La base ora è pronta: avrete un composto tritato, comunque compatto (grazie all’olio e allo sciroppo d’Agave, anche all’Avena che assorbe e compatta) e che somiglierà moltissimo alla base classica che si prepara per la cheesecake con il burro. Ora dovete stenderla nella teglia (o tortiera) che avete scelto per il vostro dolce meglio se ricoperta di carta forno – ricordo che le dosi sono per un diametro di 18-20 cm. Essendo molto morbido potrete lavorare la vostra base del dolce con facilità sia con le mani che con un cucchiaio o una spatola per livellarla bene e creare lo strato giusto. Come avevo accennato prima, questo base può anche non riposare (certo, se la preparate d’estate o comunque in una giornata calda, consiglio comunque, mentre preparate la crema di metterla nel frigorifero nel frattempo!). Quindi ora passiamo alla crema: semplicemente si parte dagli anacardi che vanno tritati (in un mixer, robot, tritatutto che avete a disposizione) finemente, poi aggiungiamo il tofu e il dolcificante e tritiamo ancora qualche secondo per uniformare. Ultimo ingrediente: la gelatina vegetale (o Agar Agar) – per dosi e istruzioni d’uso seguite sempre quelle riportate sulla confezione. La crema va mescolata bene per amalgamare gli ingredienti e versata sulla base, livellata, il dolce è finito! Potete ora decidere se decorare, oppure no, la vostra Tofu-cake con della frutta, del cioccolato a scaglie, mousse o sciroppo… come volete! Deve riposare in frigorifero almeno 3 ore, secondo me se lo preparate al mattino come dolce per la cena è perfetta perché più riposa in frigo più si compatta e prendono sapore tutti gli ingredienti.

Come sempre, spero che la ricetta vi sia piaciuta, se la provate famite sapere cosa ne pensate e… buona serata!!

Alla prossima ricetta.. ciaooooooooo!!

Fede

 

 

 

 

 

 

 

 

o ore

Cinnamon Rolls Vegan (Girelle alla Cannella Integrali e Vegan)

Buona Domenica!!!!! Chi non conosce i Cinnamon Rolls?? I tipici dolci a forma di girella alla Cannella profumatissimi, morbidi..e golosissimi?? Bene.. e se oggi vi dicessi che io li ho preparati:

  • Senza Latte
  • Senza Burro
  • Senza Uova
  • Vegan

Che mi direste? Impossibile??? E invece proseguo dicendo che sono preparati anche con la farina integrale! Sono morbidissimi, golosi e… molto molto più sani degli originali. Così tanto che non vi faranno rimpiangere per nulla gli originali (ehm… buonissimi per carità.. ma..per nulla light 😛 ). Io li ho preparati nella versione più leggera e sana (non essendoci alcun latticino e uova quindi è una versione Vegana) ma potete sempre realizzare la ricetta utilizzando gli ingredienti che preferite o che siete abituati ad usare.

Come si preparano? Vi starete chiedendo.. bene.. Pronti, passiamo agli ingredienti!

Ingredienti:

  • 200gr Farina Integrale
  •   50gr Farina Manitoba
  •   50gr di Zucchero di Canna Integrale
  •   40gr Olio di Semi ( a piacere quello che preferite, non EVO perché secondo me risulta troppo forte come profumo e sapore)
  • 120gr di Latte Vegetale leggermente tiepido (io ho usato latte di riso, voi quello che preferite)
  •  1/2 bustina di lievito secco di birra
  • Cannella in polvere
  • Zucchero di Canna Integrale

Procedimento:  Potete decidere di impastare a mano oppure servendovi di una planetaria, come preferite, io alcuni impasti (come questo) preferisco prepararli a mano perché devo sentirne la consistenza e controllarla mano mano che si forma. Quindi riunite prima le farine, lo zucchero di Canna Integrale, il lievito di birra secco, un po’ di cannella di polvere (darà più profumo all’impasto) , l’Olio e il latte vegetale(mi raccomando tiepido, non freddo,perchè secondo me il calore con questo tipo di farine integrali dona molta più malleabilità all’impasto, amalgama meglio gli ingredienti e da più resa) inserito poco alla volta (come sempre, non mi stancherò mai di dirlo, i liquidi vanno inseriti sempre poco alla volta per permettere alla farina di assorbirli e poi perché le dosi sono sempre indicative dato che ogni farina assorbe a sé i liquidi. Quindi in alcuni casi la dose indicata è sufficiente, in altre ne basta poco meno e in altri ancora dovrete aggiungere un po’ di liquido magari). Dalla dose indicata di latte vegetale, io ho ne ho preso un po’ da parte dove ho sciolto il lievito di birra secco con 1 cucchiaino di zucchero di canna e poi ho unito il tutto all’impasto. Dovrete ottenere un impasto morbido e idratato (se vi sembra che sia appiccicoso, lasciatelo riposare qualche minuto prima di tornare ad impastarlo e vedrete che la consistenza già è cambiata, così eviterete di aggiungere farina che andrebbe a cambiare l’impasto precludendo quindi la riuscita del dolce!). L’impasto quindi deve essere morbido, soffice ma con consistenza. Stendete subito il panetto ottenuto come se doveste fare la sfoglia o i biscotti: mi raccomando non dovete fare una sfoglia sottile perché stiamo realizzando delle girelle, quindi sarà sufficiente uno spessore massimo di 2 cm. Una volta ottenuto l’impasto steso rettangolare cospargetelo di generosa cannella in polvere (anche in base ai gusti ovvio) e zucchero di canna integrale (vedi la foto!). Se volete farlo ancora più goloso (verranno sublimi..ahimè..)in questa fase potete anche aggiungere una manciata di gocce di ciocciolato (ma se volete riprodurre una sorta di ricetta originale ma rivistata light e sana, evitate).
Con una rotella taglia pasta (dentellata o liscia, a voi la scelta) fate delle strisce per tutto l’impasto della larghezza di qualche centimetro (o a piacere a seconda di come li volete realizzare). Attenzione però: non per il lato lungo del rettangolo ma per il lato più corto! Da ogni striscia ottenuta andate poi ad arrotolarla su se stessa, in modo lineare, fino ad ottenere naturalmente un rotolino di pasta. Fermate poi l’ultimo bordo di pasta schiacciandolo leggermente contro la parte arrotolata della vostra girella. Disponete poi ogni rotolino in una pirofila ( o teglia, come preferite, ma secondo me se fosse di forma circolare e con i bordi alti sarebbe perfetta!) ricoperta di carta forno. Mi raccomando che la teglia abbia i bordi per contenere il composto anche durante la cottura e farlo lievitare molto bene (quindi evitate di usare leccarde o teglie basse dei forni tradizionali perché invece che crescere in altezza, le vostre girelle potrebbero allargarsi e sformarsi! Distanziatele leggermente perché durante la lievitazione cresceranno parecchio diventando belli gonfie e cicciotte (come nella foto –>)

Arrivati al raddoppio (dovranno lievitare comunque almeno un oretta, poi dipende dalle stagioni, dalle temperature in casa, da tanti fattori..ovvio! sappiate comunque che appena le vedrete gonfie, lievitate e raddoppiate di volume… sono pronte per la cottura!!) .

Prima di cuocerle, a piacere, potete spennellarle con del latte vegetale (io ho usato del latte di riso)  e così leggermente inumidite le infornate a 180gradi per 15/20 minuti. A fine cottura, ancora caldissime io le spolverizzo di Zucchero di Canna Integrale che, in parte si scioglierà fondendosi e in parte rimarrà in superficie cristallizzandosi.

Sono pronte!! Saranno morbidissime, leggere, profumatissime….e… una tira l’altra! Il mio consiglio? Sono buone calde, sono buone tiepide ma ancora più buone anche il giorno inzuppate nel latte, nel thè… Mmmmmm!!! Ovviamente se le volete sempre morbidissime e fragranti, prima di mangiarle basta fargli fare 30 secondi nel microonde e tornano come appena sfornate… magia!!!

Buone, leggere, Vegan…e Deliziose!!

A presto,

Fede

Muffins rovesciati di Tofu e Cacao

Buongiorno! Oggi è giovedì e inizia la “discesa”, come la chiamo io, nel senso che il weekend sia avvicina !! Questo necessita di una ricettina “confort food”…qualcosa che, nonostante il caldo e  l’estate addosso (in tutti i sensi…) coccoli un po’. Soprattutto per chi è rimasto in città a lavorare no??????????????????
Quindi condivido i miei Muffins rovesciati con Tofu e Cacao. La ricetta base è quella dei tortini di Tofu proposti  qualche giorno fa (–> vi lascio il link: https://latofblog.wordpress.com/2016/07/03/tortini-di-tofu-cioccolato-e-cocco/)Questa ricetta è:

  • senza latticini
  • senza uova

come vi avevo anticipato già nell’altro post, questo impasto si adatta davvero a mille creazioni… ma soprattutto cotti in questo modo..rimarranno con un piccolo cuore tenero… di cacao! Rispetto alla ricetta base ho fatto delle piccole varianti: questo impasto deve essere un po’ meno denso di quello per i tortini quindi aggiungete magari 1 cucchiaio di latte vegetale ( o latte vaccino, o acqua a seconda di quello che avete scelto di usare) per renderlo più morbido (morbido non liquido!!), riempite gli stampi dei muffins per 3/4 perché gonfieranno subito e velocemente nel microonde (a seconda dello stampo valutate voi se vi conviene riempierli magari solo per metà). Io ho usato degli stampi in silicone (adatti alla cottura al microonde) e hanno quindi una cottura rapida (nemmeno 5 minuti nel mio a 750w).  Cuocere al microonde potrebbe risultare difficile o fallimentare all’inizio, ma una volta presa la mano, i tempi e la tecnica.. è uno spasso! Per quanto mi riguarda mi permette di usare il forno d’estate (sopratutto quando le temperature sono tropicali), dimezza i tempi di cottura! Ovviamente la stessa ricetta si può cuocere nel forno tradizionale! Una volta cotti, ho aspettato qualche secondo per far evaporare il vapore interno e poi li ho subito rovesciati! se dovessero bombare come i soliti muffins fatti al forno tradizionale saranno ottimi lo stesso, nel mio caso non avevano gonfiato eccessivamente, questo mi ha permesso di rovesciarli e… hanno lasciato un cuore morbido..di cacao…all’interno!! Golosissimi! E senza tanti pensieri perché sono con pochissimi grassi! Dimenticavo!  Ho aggiunto solo un po di cocco disidratato in superficie quando ho sfornato i muffins (ma sono ottimi anche con lo zucchero a velo!).
Sono sofficissimi … golosi…. che dire???? Provateli!!

Alla prossima ricetta.. 🙂

Fede