Hamburger Veg_GRANAROLO

Oggi parlo di Hamburger Vegetali, un prodotto sempre più proposto da tante aziende sul mercato, ognuna con le proprie varianti ed ingredienti. Farsi spazio tra le mille proposte non è sempre facile, ecco perché , come dico sempre, è fondamentale leggere la composizione del prodotto e accertarsi che ci siano gli ingredienti che ci interessano, di qualità e che non sia solo un agglomerato di pane o amidi, con percentuali bassissime di verdure, tofu o altri ingredienti vegetali.   Dopo averne provati diversi, nei vari gusti proposti, valutato la resa in cottura, il sapore e tutte le varie considerazioni che faccio ogni qual volta mi avvicino ad un nuovo prodotto, ecco che oggi voglio recensirvi i Burger Bio della linea Vegetale Granarolo . Questa è la linea dedicata ai prodotti di questo settore, appunto, che la Granarolo da qualche tempo ha lanciato sul mercato e che include tutti alimenti 100% vegetali, tra cui: bevande vegetali, tofu, yogurt, gelati, prodotti pronti e ovviamente anche gli hamburger veg.

Devo dire che la scelta è davvero ampia, per qualunque prodotto vegetale propongano e devo anche ammettere che la reperibilità di tutti i prodotti, almeno nella mia zona, è altissima e in alcuni supermercati e ipermercati ci sono anche forniture intere di tutta la linea, divisa ovviamente per prodotto. Questo per dirvi che quello che si vede e conosce dal loro sito in merito a questa linea è anche quello che è stra-reperibile in commercio. Oggi però voglio soffermarmi sui loro Burger sono tutti:

  • 100% Vegetali
  • con ingredienti da agricoltura Biologica
  • praticissimi da preparare: in padella, in forno tradizionale o microonde

Sarò sincera, li ho acquistati incuriosita quando uscirono tempo fa, dove faccio di solito la spesa e con altrettanta sincerità dico che sono tornata pochi giorni dopo per acquistarne degli altri e provarli in tutte le varianti che erano disponibili perché volevo davvero testarli a pieno! Cosa ne penso? Mi sono piaciuti? … continuate a leggere… tra poco lo scoprirete 😉

Il primo Burger di cui vi parlo è quello con con Zucchine (Burger Bio Vegetale con Zucchine) , ha un sapore delicato, molto morbido e mi sono piaciuti davvero tanto gli ingredienti (così come un po’ tutte le varianti proposte da Granarolo per questi burger Veg): al primo posto troviamo le zucchine (in percentuale del 32% e direi cosa assolutamente positiva), seguite dal tofu, polpa di soia, il fiocco da patate (da patate disidratate), porro e olio di semi di girasole e pochissimi altri ingredienti. Si presenta molto morbido, spugnoso e idratato (e non secco e duro come spesso accade, ahimè per prodotti di questa tipologia) e anche in padella (io li preparo sempre in padelle antiaderenti senza aggiunta di olio e la resa è ottima!) fanno una gustosissima crosticina in superficie.

Molto buono anche il Burger Bio con Seitan e Spinaci, che potrebbe sembrare un gusto già sentito e magari un po’ più classico per i burger vegetali, ma devo dire che abbinato agli spinaci e agli altri ingredienti lo rende comunque diverso, buono e sorprendentemente morbido e gustoso. Come dico spesso, per fare questa tipologia di preparati vegetali bisogna usare ottime materie prime, combinarle bene tra di loro e rendere in un prodotto che abbia il giusto equilibrio tra umidità, morbidezza, consistenza e sapore. Cosa non affatto facile. Vero anche è che è anche una questione di gusti, palato e preferenze, ma solitamente davanti alla qualità e ad una buona resa si è tutti concordi.

Promuovo a pieni voti anche i Burger Bio Vegetali con Quinoa e Carote  in quel loro bellissimo colore così aranciato e dal sapore molto buono, curioso e delicato, anche in questo caso. L’accostamento della Quinoa con le carote potrebbe sembrare strano, o per alcuni banale, in realtà è un ottimo connubio sia per la resa che danno al burger che per il sapore: si sposano benissimo.

Assolutamente interessante ho trovato anche la variante al Sorgo e Broccoli, sempre biologici, ottimi nel gusto consistenza. Mi ha stupito molto l’uso del Sorgo che, magari per i più esperti (e addentrati in alimentazioni vegetariane, vegani  e affini legate al mangiar sano) conosceranno senz’altro, ma che ritengo possa essere una bella ed interessante scoperta per chi invece ne era completamente allo scuro, considerando che è un cereale antico, altamente digeribile, privo di glutine e ricco di sali minerali e vitamine. Un cereale non cereale (come li si definisce oggi su riviste specializzate e approfondendo in merito), così come il Sorgo è la Quinoa  anche questa: altamente digeribile, priva di glutine, ricca di vitamine, sali minerali e proprietà. Ecco perché penso che usarle come base per dei burger vegetali, per di più indicando il cereale “principe della ricetta” tra i primi posti degli ingredienti denoti assoluta qualità, credibilità e assolutamente che il prodotto che acquistiamo mantiene quello che promette dall’etichetta (leggiamo sempre quello che acquistiamo e mangiamo, lo sapete, lo ripeto sempre!). Devo dire quindi che una delle caratteristiche che, oltre agli ingredienti, mi è piaciuta di questi Burger, (e che credo sia forte e interessante secondo me) è l’accostamento di ingredienti che propongono perché davvero non sono scontati, anzi denotano la ricerca del prodotto e degli ingredienti e propongono davvero qualcosa di alternativo, buono e valido per segue diete etiche (vegetariani, vegani) o per chi vuole mangiare sano, bilanciato, e… tutti insomma 🙂

Se li avete provati anche voi fatemi sapere se vi siete piaciuti e  cosa ne pensate, nel frattempo vi auguro… Buon weekend !!!!!!

Fede

Annunci

Spesa da EUROSPIN: cosa acquisto

Ciao a tutti, questa sera si parla di spesa!!!!!!!!!!!  Fare la spesa di determinati prodotti  (ovvero: latte vegetale, pasta integrale, o di mais, semi, cereali, hamburger vegetali, etc…) talvolta può essere difficile, costoso e complesso se non si sa come muoversi, cosa acquistare e soprattutto “dove”.  Magari molti pensano che questa tipologia di prodotti possa essere acquistata solo in negozi specializzati, o biologici. Ma non è così!  Ci sono tantissimi prodotti di qualità e ad un costo più che accessibile anche nei supermercati e discount. Ovviamente occorre sempre fare una cernita e vagliare molto bene il prodotto che si sta acquistando, valutarne le caratteristiche, ingredienti, provenienza e tanto altro (ma questo secondo me andrebbe fatto a prescindere da dove si acquista, quindi sempre!!).  Questo post infatti vuole proprio essere uno uno spunto su cosa si può trovare di interessante, valido e magari con ottimo rapporto qualità-prezzo. Ovviamente il discorso è rivolto a tutti coloro che vogliono acquistare tutti quei determinati prodotti (citati poco sopra) che oggi sempre più si stanno facendo spazio nel mercato e trovano anche grande riscontro, quindi di conseguenza, sempre più aziende propongono con le loro varianti, tipologie e formati. Questo vuol dire che è : assolutamente importante saper scegliere, valutare e acquistare in maniera intelligente, non solo per la nostra salute (o esigenza alimentare) ma anche per il portafoglio!!!

Questa sera quindi parliamo dei prodotti che acquisto quando faccio la spesa da Eurospin e che, ovviamente, mi piacciono, ho scoperto e penso siano validi.

Parto dai prodotti dalla linea “AMO ESSERE” che sono senza glutine o senza lattosio  e dalla pasta, ai biscotti, al latte, alcuni latticini, così come tipi di farine senza glutine, offrono davvero molta scelta, ottimi prezzi e sono di qualità. In alcuni casi, magari se legati a delle promozioni specifiche, li trovate raggruppati tutti insieme, oppure sicuramente nei rispettivi reparti, ma questo dipende dal punto vendita della vostra città.  Parlando della pasta di questa linea, ho preso “senza glutine” di MAIS e RISO sia spaghetti che fusilli (ma anche l’altro formato, le penne, sono molto buone). In tutti i formati la pasta tiene la cottura, ha un ottimo sapore e hanno un prezzo davvero competitivo e accessibile rispetto ad altri prodotti analoghi sul mercato. Mi sono piaciuti perchè la consistenza, la resa in cottura e anche l’aspetto della pasta è davvero interessante. Della stessa linea (AMO ESSERE) ci sono anche formaggi senza lattosio e latte alta digeribilità, io ho acquistato il latte senza lattosio e anche questo mi è piaciuto molto.

Anche il latte vegetale non manca nella mia lista degli acquisti e voglio segnalarvi questo latte di Riso Bio della Sunny Nature: senza glutine, senza zuccheri aggiunti, molto valido e conveniente. Ottimi ingredienti all’interno e per essere bio, anche in questo caso, ottimo prezzo.

Altra linea che mi piace molto che trovo da Eurospin è “Mi voglio bene” (di produzione della Pedon per Eurospin)  “mangio meglio mangio giusto” per semi oleosi e cereali tutti di ottima qualità, senza OGM, certificati Vegan OK e per quanto riguarda i cereali con tempi di cottura di 10 minuti (fantastico!!). Io ho acquistato, questa volta, tra i tanti che mi sono piaciuti, il Cous Cous di mais che mi ha sorpreso davvero e mi è piaciuto moltissimo, pronto in 5 minuti, pratico, versatile e molto molto buono anche per il prezzo! Della stessa linea , se li trovate, provate tutti i prodotti perché sono davvero davvero ottimi! La cosa migliore è andare al supermercato preparati, con lista alla mano, e con calma date un occhiata a tutto quello che può esservi utile, può piacervi ed è idoneo a voi. Basta leggere attentamente le etichette, gli ingredienti, valutare e approfondire..


Per ora è tutto ma non escludo, magari a breve, di fare un aggiornamento in merito, o di fare lo stesso post su altri discount. Di moltissimi prodotti, sapete che ci sono già le recensioni nella sezione del blog, correte a visitarla !!! Spero che questo spunto sia stato utile e se avete suggerimenti magari di prodotti che conoscete o avete provato e che vi soddisfano e non ho menzionato scrivetemi e fatemeli conoscere! 

Buonaserata..a presto!

Fede

 

 

 

Zucchina ripiena di Quinoa Rossa con cuore morbido

Buonasera a tutti, la ricetta di questa sera, oltre ad essere buonissima è anche d’effetto , ottimo spunto e idea magari da presentare in queste feste di Natale, inoltre ha una squisita sorpresa all’interno: si tratta di una Zucchina ripiena di Quinoa Rossa e con un morbidissimo cuore, tenero, caldissimo e super fondente di…. stracchino…. Veg!! Si perchè ho utilizzato lo Strachicco della Verys 😀 – trovate la mia recensione —> QUI  –  brevemente, per chi non lo conoscesse ancora, spiego che si tratta di uno prodotto di origine 100% vegetale, di riso integrale germogliato, che per consistenza, cremosità e aspetto ricorda tantissimo lo stracchino classico, quindi si è prestato benissimo a questa ricetta!


Questa ricetta é :

  • Senza Latticini

  • Senza Uova

  • Senza Glutine

  • Adatta a Vegani e Vegetariani

Apro una piccola parentesi iniziale su una delle richieste che mi arrivano sempre più spesso in messaggio privato o per email: “.. ma questi “formaggi vegetali” o alterinative ai formaggi tradizionali.. è vero che fondono? Le foto che pubblichi sono davvero il risultato che ottieni usando quei prodotti??” . La risposta.. una volta per tutte é : siii!!!! Si, le foto mostrano davvero il risultato ottenuto e invito tutti a considerare però in merito, un altro aspetto molto molto importante da tenere presente che è: usare il prodotto giusto, di qualità e che dia davvero resa e sapore al piatto. Inoltre è fondamentale: saper usare e cucinare con determinati prodotti. Questo perché anche il prodotto più valido sul mercato se viene usato in maniera sbagliata o non congrua in una ricetta non darà mai la resa che ci si aspetta e quindi si emetterà un giudizio completamente ingiusto e inesatto. E’ bene quindi seguire le istruzioni, andare di logica e pratica in cucina. Altrimenti è tutto inutile.. Per questo parlo dei prodotti che mi soddisfano, che mi piacciono e di cui apprezzo molto la resa e per questo in moltissime mie ricette ci sono dei “tips” perchè voglio aiutare chi si approccia per la prima volta a queste preparazioni, chi vuole saperne di più o chi magari pensava di avere un opinione in merito (ad un alimento piuttosto che un ingrediente) e potrebbe, magari con la ricetta giusta, cambiare idea in merito 🙂

Preparare piatti per vegani, intolleranti – o esigente alimentari – che si avvicinino ai piatti tradizionali non è affatto facile, anzi, molte volte (se proprio vogliamo riprodurre un piatto tradizionale – anche se penso che sia sempre meglio abbracciare altri gusti, scoprirne di nuovi, con nuove ricette ed idee) ci vogliono vari esperimenti e tentativi prima di trovare la ricetta che ci soddisfa e il risultato che volevamo. Bisogna provare, accostare, tentare, bilanciare, miscelare, proporzionare.. e sperare 🙂 (anche quello serve a volte!) .  La ricetta di questa sera quindi, anche se utilizza un prodotto di alternativa vegetale allo stracchino tradizionale, ha una resa davvero altissima e che non ha nulla da invidiare alle rese con prodotti classici. Anzi..

Quindi, tornando alla ricetta di oggi, prevede la Quinoa Rossa variante della Quinoa classica, super alimento sotto tanti punti di vista: ricca di minerali, ipocalorica, senza glutine ..e ce ne sarebbe ancora moltissimo da dire in merito ecco perché ogni volta che ne parlo o la propongo in una ricetta invito sempre ad approfondire in merito, perché oltre ad essere semplice da preparare è: super versatile, super veloce e da sempre grandissimi risultati 😀 Sarà quindi il ripieno delle nostre zucchine, che avranno, appunto un cuore morbido di Strachicco Verys (o del formaggio vegetale, o classico, che preferite!), passo subito quindi agli ingredienti così che possiate riprodurla quando e come volete!

Ingredienti:

  • Zucchine Tonde

  • Quinoa Rossa

  • Strachicco Verys

  • Sale q.b.

  • Spezie (a piacere)

  • Olio Evo

>>>>>>>>>>>> Tips : <<<<<<<<<<<<<<<

Le Zucchine tonde prima di cuocerle le ho : lavate bene esternamente, tagliato la parte superiore così da ottenere una sorta di “cappellino” superiore (quindi il taglio va fatto non a metà zucchina ma nella parte iniziale), l’ho scavata delicatamente all’interno per poterne estrarre la polpa e renderla libera per essere riempita successivamente. Si possono cuocere, una volta svuotate, al forno a 200 gradi per 15 minuti oppure tuffate in acqua bollente per alcuni minuti per farla cuocere (attenzione perchè si potrebbero sfaldare e rompere se lasciate troppo tempo in cottura a lessare!!!).

Io ho utilizzato la Quinoa Rossa ma potete benissimo utilizzare anche quella classica, secondo me la rossa da un gioco di cromie bellissimo con il verde della zucchina e il bianco del formaggio.

Ovviamente siete, come sempre, liberissimi di utilizzare il vostro prodotto preferito: che sia di latticino o di origine vegetale per la ricetta!!!!

>>>>>>>>>>>>>>>>

Procedimento:

  1. Lavate le zucchine, scavatele all’interno e procedete come indicato nei “Tips” e tenete da parte ricavata dalle zucchine. Cuocetele come preferite : in forno o in acqua bollente per alcuni minuti.

  2. Cuocete ora la Quinoa Rossa, dopo aver lavata, nel metodo tradizionale e aggiungete alla cottura anche la polpa di zucchina. Quando è pronta conditela con olio, spezie o come preferite e lasciatela raffreddare un po’. Vi consiglio di non utilizzarla ancora bollente perchè potrebbe far sfaldare la zucchina tonda con l’eccessivo calore. Potete anche preparare in momenti diversi, e con anticipo, tutti gli ingredienti e assemblarli al momento della cena, pranzo o per quando volete mangiarlo!

  3. Prendete ora le zucchine tonde che avete cotto prima e versateci all’interno un cucchiaio di Quinoa Rossa sul fondo, aggiungete un cucchiaino abbondante di Strachicco Verys (o del formaggio vegetale, o tradizionale, che avete scelto) e ricoprite il tutto con la Quinoa Rossa fino al bordo della zucchina tonda e via.. in forno caldo a 200 gradi per 7/8 minuti. (valutate voi il tempo e le temperature, ogni forno è a sé, considerate solo che sono tutti ingredienti cotti quindi il forno servirà solo per far amalgamare il tutto e creare il “cuore cremoso” interno alla zucchina!).

Una volta pronto il tutto potete aggiungere alla zucchina la parte superiore – come se fosse un coperchietto – e servite caldissimo. Appena taglierete la zucchina vedrete subito il cuore morbido all’interno, insieme alla Quinoa cremosa…. buon appetito!

Alla prossima ricetta!!!

Fede

Parmigiana-SPRINT, FILANTE e Vegan!!

Buonasera!! Avete presente quando si rientra a casa di corsa, stanchi, affamati e avete bisogno di “qualcosa di buono”? Ecco questa ricetta che sto per raccontarvi parla di momenti come questo.. di serate NO (ma anche speciali o felici, perché no?!) che diventano improvvisamente di un’altra dimensione (o migliorano) , semplicemente preparando e mangiando qualcosa di delizioso.  E’ capitato anche a me quindi di rientrare trafelata e di avere la testa nel frigo in cerca di “qualcosa” di magico.. e nonostante fossi stanca e di un umore per niente proposito, nulla mi ha impedito di mettermi ai fornelli, anche stavolta… E’ vero (e bisogna dirlo!!) che dobbiamo essere dell’umore adatto anche per cucinare, per pensare cosa preparare ed essere predisposti, ma esistono ricette (chiamiamole così) o piatti che “si creano” da soli.. mentre si apre il frigo e si vedono determinati ingredienti. Parte chissà cosa…e si inizia a muoversi quasi per automatismo o “magia ” (appunto) per la cucina e senza che ce ne accorgiamo il piatto.. è preparato..e in cottura!!

Ovvio è che esistono per tutti le giornate NO ma che proprio sono “NO” davvero in tutto, così tanto che si opta per una pizza a domicilio o un take away (in fondo tutti si riposano e hanno bisogno di pause o di riposo di tanto in tanto, anche dalle passioni più forti e che amiamo di più) e quindi si mette in stand by il cucinare. E serate invece..dove, come dicevo prima, si “crea”. Io ieri ero in una di queste serate. Nascono così le mie idee, gli spunti o i miei pasticci. Così tiro fuori tutto l’occorrente che mi serve, scelgo la musica e inizio a lavare le verdure, pelarle e tagliarle, oppure prendo farine, mescolo, giro, …eccetera… Quest’idea (diciamo)  è presto-detta: avevo delle bellissime melanzane e l’ispirazione è venuta in meno di un nanosecondo! SI tratta di una sorta di parmigiana Express  quindi sprint-light, filante con una bontà per formaggio (ne ho usato uno vegetale, in questo periodo sono in fissa! 😀 quindi questa Parmigiana Express é Vegan).

 So benissimo che non sarà la ricetta del secolo e potrebbe essere abbinata alla “scoperta dell’acqua calda”, ma vi assicuro che è una ricetta ultra rapida e dal risultato stra-buono! So che starete dicendo: questa è fusa!! Alle otto di sera io mi metto a pulire melanzate, friggere, panare, ecc… e invece niente di tutto questo, la ricetta originale lasciatela da parte e aprite la mente ad un’idea super veloce, super light, super nuova e… che se preparata così non solo è buona, ma è anche super golosa con un  dal risultato sorprendente!! Considerate che avrete: una cena veloce un ottimo risultato, gustoso e comunque sano 🙂

Questa ricetta, possiamo includerla nella categoria delle “Senza” essendo:

  • Senza Latticini e Lattosio

  • Senza Uova

  • Senza alcun derivato animale (quindi adatta a Vegani e Vegetariani!)

Passo velocemente ad elencarvi gli ingredienti:

  • melanzane

  • passata (o polpa) di pomodoro

  • formaggio vegetale

Più facile e semplice di così!!!! Vi lascio comunque tutte le dritte nei tips e nel procedimento (so che come sempre pioveranno domande in merito, spero di rispondere alla maggior parte!) :

>>>>>>>>>> Tips <<<<<<<<<<

Per la passata di pomodoro io ho usato la Cirio Passata Verace che è una delle mie preferite perché molto vellutata ma allo stesso tempo corposa e ottima per queste preparazioni.

per quanto riguarda il formaggio vegetale invece ho usato le Slices al Basilico Verys di cui vi ho già parlato, sapete che adoro e trovo davvero un prodotto “geniale”. Vi lascio il link per leggere la mia recensione in merito QUI (Coming Soon)

Per le melanzane potete usare sia quelle tonde che quelle di forma allungata (piuttosto che quelle viola dalle classiche, come preferite) io comunque ho optato per tagliarle in modo da ottenere la fetta circolare.

Procedimento:

  1. Lavate bene le melanzane e tagliatele per il lato largo del loro verso per ottenere delle fette circolari (quindi non per la lunghezza, ma è solo un consiglio su come ho fatto io, voi optato per il taglio che preferite).

  2. Ora, una volta ottenute le fette, potete optare se grigliare leggermente le vostre melanzane oppure, come ho fatto io, se disporle su una teglia con carta forno una accanto all’altra belle distese e distanziate. Non ho aggiunto volutamente né sale né olio, e le ho passate in forno (già caldo a 200 gradi) per 15 minuti. Il tempo di cottura (diciamo che è una pre-cottura, finiranno poi di cuocersi una volta assemblata la nostra parmigiana sprint e light!) varia anche dallo spessore con cui avete realizzato le fette. Non le ho salate né oliate perchè la melanzana a crudo assorbe moltissimo ogni tipo di condimento usato, proprio come se fosse una spugna, e il fatto di cuocerle al naturale in forno prima permette anche far eliminare “l’acqua della melanzana” e anche leggermente il gusto loro gusto amarognolo che ogni tanto persiste se non trattate prima di cuocerle. Ma noi abbiamo detto che abbiamo fretta, quindi passiamo a rimedi fast and furious pur di realizzare quello che vogliamo presto e bene! Ihihihihi…

  3. Mentre le melanzane sono in forno, condisco la salsa (o polpa) di pomodoro scelta con basilico (o origano, spezie a piacere) sale e olio che non cuocio (per scelta) ma utilizzo così com’è. Non voglio creare un sugo ma voglio assemblare tutto in semplicità.

  4. Una volta passato il tempo per le melanzane (dovranno essere appassite, ribadisco finiranno la cottura una volta assemblato il tutto) ora possiamo preparare la nostra melanzana sprint e light! Scegliete se fare la preparazione in una teglia oppure se preparare delle monoporzioni in una cocotte (o dove preferite). Io ho optato per delle monoporzioni. Prendiamo quindi una prima fetta (sarà la nostra base) la condiamo con la nostra polpa di pomodoro e una mezza fetta di formaggio vegetale (io ho usato le Slices Verys) ora mettiamo un’altra fetta di melanzata e ripetiamo la stessa operazione. Scegliere quanto volete fare alte le vostre le vostre monoporzioni o gli strati della vostra teglia.

  5. Come ultimo strato io ho concluso con abbondanti Slices Verys (voi il formaggio vegetale che avete scelto) e ho aggiunto del basilico, un filo di olio e infornato a 200 gradi per almeno 10/15 minuti (e almeno finchè non vedrete il tutto fondersi… e poi.. si mangia!!!!!!!!

Le foto parlano da sole… direi che sono soddisfattissima della mia cenetta, e sopratutto dei prodotti utilizzati!!!!!! Veloce, pratico, sano e …buonissimo! E non sapete che profumo e che aspetto avevano invitanti, nel piatto, fumanti… super buono!!! E davanti a tutto questo… passano tutti i pensieri… anche stavolta! Poteva non essere così ?????

A presto… nuove ricette, nuove recensioni… buona serata.

Fede

Polpette & Hamburger Vegetali #3

Ciao a tutti, condivido oggi la mia versione #3  per preparare polpette vegetali (oppure crocchette o deliziosi hamburger, della forma che preferite ovviamente ). Ne ho prerarati con Quinoa, Fagioli Rossi e farina di Ceci. Trovate le precedenti ricette che ho condiviso QUI e QUI .


Anche questa ricetta è, come le precedenti, super veloce, super facile e con ingredienti semplici e super reperibili. Il bello infatti degli hamburger (o polpette che siano) vegetali è che una volta capita la base di ingredienti per realizzarli potete arricchirli come preferite o partire comunque sempre da un solo ingrediente per poi aggiungere o espandere la ricetta. Senza timori, con un po’ di pratica, fantasia e manualità si possono ottenere dei risultati davvero ottimi e gustosi, senza trascurare che potete dare la forma e la dimensione che preferite di polpette, oppure hamburger o crocchette interamente vegetali, ideali per variare la propria alimentazione o provare nuove ricette realizzando da soli il tutto. Ovviamente parliamo di una ricetta della categoria “Senza” in quanto sono:

  • Senza Uova
  • Senza Latticini o Lattosio
  • Vegan

Passiamo subito agli ingredienti:

  • 200gr Fagioli Cannellini
  • 2 Funghi Champignon medi
  • 1 cipollotto piccolo
  • 1/2 cucchiaino di dado granulare vegetale *
  • 1 cucchiaio di Olio Evo
  • 1 o 2 cucchiai di Acqua *
  • Pan grattato o Farina di Ceci *
  • Sale q.b.

 

>>>>>>>>>>>>> Tips <<<<<<<<<<<<

– Potete utilizzare sia i fagioli in scatola che freschi, ovviamente devono essere già cotti

– Per i Funghi Champignon ne ho indicati 2 medi, ma se li trovate solo piccoli oppure grandi diciamo che la quantità è a piacere. Vi consiglio comunque di non abbondare perché i funghi in cottura rilasciano molto liquido e potrebbero alterare il sapore del vostro hamburger vegetale, ma parliamo sempre di gusti. Provate e poi decidete la vostra quantità da aggiungere 🙂

– Per il dado granulare io ho usato (ma lo uso sempre) quello con 7 verdure di Alce Nero ve ne ho parlato più volte (trovate la mia recensione in merito QUI) mi piace tantissimo, è uno dei pochi prodotti, della sua categoria, sul mercato che si tratta davvero di estratti di verdure senza glutammato e altri ingredienti nocivi.

La dose di Acqua sono indicative, provate sempre con 1 o 2 e valutate se il composto ottenuto è troppo secco o duro. Se doveste sbagliare o da subito vi rendeste conto che avete ottenuto un impasto troppo lento o liquido potete, a scelta, aggiungere 1 o 2 cucchiai di Farina di Ceci oppure Pangrattato, a voi la scelta.

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Procedimento è davvero più semplice a farsi che a descriverlo: prendete tutti gli ingredienti e frullateli tutti insieme (in un mixer, robot o dove preferite) per pochi secondi. Decidete voi se preferite un impasto più omogeneo (quindi frullate più a lungo e aggiustate di acqua o pangrattato per ottenere il risultato che preferite), oppure se preferite comunque un impasto più rustico e grossolano, sempre aggiustando la consistenza. A mio avviso dovreste ottenere un composto compatto ma comunque morbido, con il giusto grado di idratazione (per evitare di ottenere qualcosa di secco e che diventerà duro in cottura). Una volta che avete preparato il composto ora potete formare gli hamburger o le polpette (o il formato che preferite realizzare). Per gli hamburger io ho fatto così: ho preso 1 cucchiaiata di composto e gli ho dato una forma circolare e mano a mano che li ho preparati li ho adagiati su carta forno e ora decidete se cuocerli in padella antiaderente o in forno. Io li ho cotti in padella, molto calda e con un filo di olio sul fondo, basteranno 2/3 minuti per lato. Sono deliziosi e potete accompagnarli con il contorno che preferite.

Sono ideali per una cena veloce, pratica, sana e molto molto sfiziosa 🙂

Alla prossima ricetta,

Fede

 

 

 

Recensione PASTA FRESCA VERYS: i Ravioli Vegan

Buongiorno a tutti, la recensione di oggi è tutta sulla pasta fresca  Verys per la precisione sui loro RAVIOLI VEGAN. Tempo fa vi avevo già parlato, sempre in merito alla pasta fresca, di un loro prodotto che mi aveva davvero colpito e mi era piaciuto: gli Agnolotti Tofu ed Ortaggi (vi lascio il link della mia recensione QUI) e dato che di questa azienda ormai sono letteralmente innamorata perché non parlarvi anche dei loro Ravioli?

Li ho provati nei tre gusti proposti: Con Chicca e Zucchine, Spinaci e Strachicco, Tofu e Spinaci e non potevo non recensirli dato che parliamo di un prodotto davvero originale (nella sua categoria) e molto interessante per gli accostamenti usati e ovviamente anche buono! (si perchè parliamo comunque di pasta fresca e trovo che proporla in chiave Vegan, azzeccare gli ingredienti e la giusta resa sia davvero un impresa. Quindi quando con piacere trovo Aziende, come la Verys, che lavorano bene e che realizzano grandi prodotti, sono più che felice di condividere la mia opinione in merito!!).
Si tratta quindi di pasta fresca, appunto di Ravioli, che la Verys propone nei tre ripieni che vi ho elencato ma hanno appunto la prerogativa – dall’impasto della pasta fresca al ripieno – di essere completamente Vegan, questo vuol dire che parliamo di un prodotto:

  • 100% Vegetale
  • Senza Lattosio né Latticini
  • Senza Uova
  • Senza Grassi Animali
  • Senza Colesterolo

Infatti la pasta con cui vengono prepararti è senza l’uso di uova ma comunque di ottima resa e aspetto (infatti non ha nulla da invidiare alla sfoglia tradizionale) e i ripieni sono tutti vegetali (quindi con verdure e formaggi vegetali). Il tutto è quindi idoneo a chi ha fatto scelte etico-alimentari (come Vegetariani e Vegani ) ma penso che possa comunque essere considerato (con le giuste considerazioni in merito) anche da coloro che sono intolleranti ad alcuni alimenti come le uova o i latticini ma trovo che sia valido il discorso anche per chi non vuole rinunciare ad un buon piatto di ravioli, strizzando però l’occhio alla salute (sono senza colesterolo, grassi e senza conservanti e coloranti) e ad un prodotto comunque ottimo (in tutti i sensi: sia di sapore che di composizione di ingredienti) e che comunque richiama la tradizione della pasta fresca.
Tutto infatti (dalla confezione, all’aspetto) richiama la pasta fresca tradizionale e nulla, secondo me, induce a pensare che sia un prodotto da meno dei tradizionali o da considerare inferiore a quelli tradizionali, anzi, trovo sia un’alternativa più che valida, ottima e preparata con grande competenza e lavoro. Quindi va più che considerato non solo da chi si avvicina a questi alimenti per esigenze etico-alimentari o altro, ma , a mio parere, dovrebbero essere considerati da tutti perchè sono sorprendenti.

Parto con il parlarvi dei Ravioli Vegan con Chicca e Zucchine  (cosa sia la Chicca Verys e di come la utilizzo e la mia recensione ve ne ho parlato QUI ). Se invece avete invece già letto la mia recensione in merito e conoscete il prodotto potete già immaginare che risultato possa dare abbinato alle zucchine in una pasta fresca: molto molto buono. Il ripieno che vi si presenta è davvero morbido, saporito e vi permette di distinguere bene sia la zucchina sia la cremosità della Chicca Verys utilizzata. Questo infatti è l’aspetto che preferisco di questi Ravioli Vegan: in ogni ripieno, in ogni impasto scelto, si sente perfettamente ogni ingrediente, sono amalgamati molto bene tra di loro e la pasta non è mai né invadente comprendo i sapori, né tantomeno eccessivamente fragile da comprometterne in cottura l’integrità rompendosi quindi e facendo fuoriuscire il ripieno all’esterno. Quindi ribadisco lo stesso parere stra-positivo che avevo espresso per gli Agnolotti Verys.
Cos’altro mi è piaciuto? In assoluto l’impasto:  cosa assolutamente fondamentale, secondo me, in queste preparazioni perchè fa da “regina”: se non preparata ad arte e come si deve compromette decisamente la resa finale e anche se parliamo del migliore ripieno del mondo, con i migliori ingredienti ricercati e accostati ad arte, nulla vale se poi ci si trova davanti ad un raviolo “duro” o tantomeno “rotto” in cottura che quindi ha sparpagliato il suo “prezioso ripieno” nell’acqua in ebollizione. Quindi sottolineo che la pasta di questi ravioli è davvero di buona fattura, e fatta molto bene: la sfoglia è ben tirata, dal colore al tatto, all’impatto visivo (e dal profumo!) da subito ci si accorge di avere a che fare con un buon prodotto e dalla resa eccellente. Inoltre leggo che viene preparata con grano duro Senatore Cappelli (ecco quindi spiegato il motivo dell’ottima consistenza e del bel colore di questi ravioli, affatto anemici o troppo pallidi come molti prodotti analoghi della stessa categoria!!) e le zucchine utilizzate provengono da agricoltura tutta Italiana.. vi sembra poco?? Io li ho voluti provare al naturale, semplici quindi con dell’Olio Evo per gustarmi al meglio il ripieno e la pasta. Stra-promossi!!

Passiamo ora ai Ravioli Vegan Verys con Strachicco e Spinaci, la mia opinione in merito alla pasta è la medesima per i ravioli di cui vi parlavo poco fa e per gli Agnolotti (di cui vi ho parlato poco più sopra): ovvero ottima. Per chi non conoscesse lo Strachicco Verys vi lascio QUI la mia recensione e se non conoscete affatto questo prodotto sappiate che lo reputo (parlando sempre di prodotti a base vegetale) uno dei “top” di questa categoria. Come dicevo prima per i ravioli con la Chicca Verys posso ora dire che, se conoscete già lo Strachicco Verys , anche per questi ravioli Vegan avrete già immaginato di cosa sto parlando: il ripieno è cremoso, morbidissimo e delizioso. Lo Strachicco rende tutto molto omogeneo ma comunque con un sapore molto delicato e adatto con gli spinaci. Sono ottimi in semplicità con olio Evo, ma anche con della panna di riso (o soia), un sughetto semplice o se preferite anche con condimenti più elaborati, insomma spazio alla fantasia. Inoltre anche questa pasta è realizzata con grano duro Senatore Cappelli e gli spinaci sono di agricoltura Biologica.
Senza tanti giri di parole dico tranquillamente che sono i miei preferiti 🙂

Ultimi Ravioli assaggiati, sempre Vegan, sempre Verys e ultimi semplicemente per recensione ma affatto per importanza o gusto (anzi!!) sono i Ravioli Vegan con Tofu e Spinaci. Questi Ravioli Verys, addirittura, sono preparati con farina di Farro, Tofu prodotto con Soia proveniente da coltivazioni biologiche rigorosamente NO-OGM, tutto in Italia, e spinaci da agricoltura Biologica.
La sfoglia di questi Ravioli Verys è fenomenale!! Ruvida e consistente al punto giusto -rispetto agli altri Ravioli Vegan, si nota subito il cambio di farina utilizzata è per colore è per consistenza – e conferisce al raviolo un bellissimo aspetto leggermente bruno ma comunque delicato e compatto. Il ripieno è davvero curioso: il tofu e gli spianaci stanno bene insieme (non me lo aspettavo) e non rendono il tutto troppo duro o compatto ma, nell’insieme, danno al prodotto davvero un bellissimo risultato. La cottura, come tutti i precedenti Ravioli Vegan di cui vi ho parlato, la reggono perfettamente, presentando quindi un raviolo compatto fuori ma molto morbido e tenero all’interno. Io li ho provati con del pomodoro fresco, pelato, e fatto cuocere in semplicità in una padella con dell’Olio e del basilico fresco e solo pochi minuti. Il risultato è stato davvero molto buono e il tutto si sposava alla perfezione: mi sono piaciuti moltissimo quindi anche con questo ripieno di Tofu!

Una nota? Un appunto? Possibile che non trovi nulla che non mi piaccia..direte voi. Se proprio dovessi fare un appunto (ma ripeto, parliamo di appunto) a gusto personale proporrei alla Verys di provare il ripieno di Strachicco e Spinaci (il mio preferito) con la sfoglia a base di farina di Farro: secondo me il connubio sarebbe perfetto e il risultato molto molto interessante perchè la cremosità dello Strachicco sarebbe perfetta nella sfoglia consistente e particolare al Farro.

Concludendo: ottimi prodotti realizzati con altrettanti ottimi ingredienti… che altro aggiungere???? Assolutamente tutti promossi! Trovate altre info in merito sul sito Verys e sulla loro pagina Facebook.

Alla prossima recensione,

Fede

Pancake Salati versione Vegan

Buonasera a tutti, stasera ricetta salata! Più veloci della luce da fare e così soffici e buoni che vi sorprenderanno! 

Sono dei Pancake Salati ma in versione Vegan quindi:

  • Senza Latticini o Lattosio
  • Senza Burro
  • Senza Uova
  • Senza alcun derivato animale (quindi Ricetta adatta a Vegetariani e Vegani)

Oramai in commercio si trova davvero tante “farine” non di origine solita dal frumento ma di tantissimi altri ingredienti: dai legumi, agli ortaggi, di soia, di riso e così via. La ricetta di questa sera infatti nasce da questa ispirazione: creare un composto soffice, salato, che si potesse quindi utilizzare come un secondo da pietanza accanto ad un contorno, ma all’occorrenza potesse essere anche un’ottima base o idea per aperitivi-antipasti- sfizi e così via… Quindi passiamo subito agli Ingredienti:

  • 3 cucchiai di Farina di Ceci
  • 2 cucchiai di Fiocchi di Patate
  • 1 cucchiaio di Amido di Mais
  • 1/4 di dado al Miso sciolto in 1 bicchiere d’Acqua
  • Sale q.b
  • 1 cucchiaio di olio Evo *

>>>>>>>> Tips : <<<<<<< 

-> al posto del dado di Miso potete utilizzare 1/2 cucchiaino di dado granulare vegetale. Io per il dado di Miso ho utilizzato Questo (di cui vi ho parlato Qui). Per il dado granulare vegetale, il mio preferito del momento è Questo e ve ne ho parlato QUI

-> ho utilizzato l’Olio Evo ma voi scegliete quello che preferite

Procedimento:

1. Mescolate tutti gli ingredienti insieme ed aggiungere lentamente con l’acqua indicata (meglio se calda e sempre poco alla volta). se necessario se l’impasto è troppo secco e duro aggiungere poco alla volta dell’acqua sempre calda. Se invece avrete un impasto troppo molle e cremoso, potete aggiungere 1 cucchiaio di pane grattato, ma senza esagerare o asciugherei troppo il composto!). Una volta ottenuto un impasto sostenuto (non però come se doveste preparare l impasto per la pizza!!) fatelo riposare 10/15 minuti.

2. Scaldate una padella antiaderente con un goccio di olio sul fondo e a cucchiaiate (o come preferite) cuocete e formare i pancake. Cuoceteli esattamente come fareste per i pancake tradizionali, due minuti per lato saranno sufficienti oppure appena vedete che si formano delle bollicine sulla superficie e il fondo è leggermente brunito…. e Mangiateli caldi!!!

Sono ottimi insieme ad un contorno caldo, oppure un mix di verdure fresche. In formato più piccole sono golosissimi con salse di accompagnamento per un antipasto o aperitivo. Sono davvero soffici, gustosi e morbidissimi che si sciolgono in bocca. Il sapore è caratterizzato dalle mille sfaccettature delle farine usate: si Sentirà la nota dei ceci, la cremosità della patata, e (a seconda che abbiate usato il granulare vegetale o al Miso) avrete anche il sapore delicato di verdure o Miso. 

Provateli perché sono davvero ottimo e di grande effetto: l’aspetto con gli originali è davvero uguale! Sto pensando anche alla versione dolce e ho diverse idee in mente…. presto ne saprete qualcosa 🙂
Per oggi è tutto, domani è venerdì … inizia il weekend!!

Fede

Tofu Cake Vegan: il dolce che non ti aspetti

Ciao a tutti!!! Mercoledì, metà settimana…che ne dite di una ricetta dolce per spezzare la settimana e prepararsi alla parte “in discesa” verso il weekend?? Si, ok un dolce ma se vi dicessi che è a base di Tofu??? No! Vi vedo! Non storcete il naso!! Vi dico che è buonissimo e se vi fiderete della mia ricetta, mi saprete ridire 😉

img_5505

Curiosi di sapere di che dolce si tratta? Bene è una..Cheesecake Vegan, quindi questa ricetta essendo:

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Vegan
  • Senza Farine

io direi che è meglio chiamarla, come da titolo della ricetta, “Tofu Cake”. Un dolce buonissimo, golosissimo che davvero non vi farà rimpiangere per nulla la cheesecake classica, anzi, direi potreste scoprire nuovi gusti davvero interessanti. Tra i lati positivi di questa ricetta, inoltre, c’è che è: veloce da preparare (si assembra il tutto con pochi minuti, base compresa),  non ha bisogno di più fasi di preparazione (non dovrete quindi fare la base e farla riposare e poi dedicarvi alla crema, potete tranquillamente preparare base e subito dopo la crema del dolce!), la ricoprite come preferite: frutta fresca, mousse di frutta, sciroppi o glasse ai frutti di bosco, cioccolato … etc…. non si cuoce: quindi si prepara tutto e si mette in forno a riposare!  ..dopo il tempo di riposo e per di più si usa il Tofu che è naturalmente senza grassi e colesterolo! Cosa fondamentale, però, a mio avviso è: usare un Tofu cremoso, quindi tipo “silken”, perché ha una consistenza perfetta per la realizzazione del dolce, si amalgama benissimo con il resto degli ingredienti e non fa grumi, inoltre anche il sapore, secondo me, è migliore. Se volete sapere che Tofu uso ne ho parlato QUI  . Per determinate ricetta, come questa, ormai acquisto solo questo e mi trovo benissimo. Del sito dove lo acquisto cosa ne penso l’ho detto anche in altri post e comunque trovate tutto nel link che vi ho lasciato. Posso comunque ribadire che trovo Tibiona.it  un sito super conveniente, super fornito e davvero da tenere in considerazione per gli acquisti online soprattutto di prodotti alimentari introvabili nei negozi! 😀

Ultima parentesi che apro (prima di elencarvi ingredienti e procedimento della ricetta): da alcuni post – ma penso che lo farò sempre di più dove mi è possibile –  ho iniziato ad indicare (di alcuni ingredienti) quale marca fosse e che tipo acquisto. Dato che mi viene chiesto spessissimo, penso sia sempre più utile. Quindi quando vedrete, tra gli ingredienti, alcuni contrassegnati dall’asterisco * sappiate che nelle tips, o subito sotto trovate riferimenti in merito 🙂 Spero così di poter rispondere a domande, curiosità ed essere sempre più utile 😀

Passiamo agli ingredienti della mia Tofu-Cake:

PER LA BASE: (per una tortiera da 18-20 cm)

  • 80gr di Biscotti Integrali *
  • 8-10 Datteri al naturale (non zuccherati, non trattati con sciroppo di glucosio)
  • 2 cucchiai abbondanti di Fiocchi di Avena
  • 1-2 cucchiaio di Olio di Semi
  • 1-2 cucchiai di Sciroppo di Agave

PER LA CREMA:

  • 250gr Tofu Cremoso tipo “Silken”
  • 30gr di Anacardi
  • 3-4 cucchiai di sciroppo di Agave
  • la punta di 1 cucchiaino di Gelatina Vegetale (Agar Agar)

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Tips : <<<<<<<<<<<<<<<<<<

– I Datteri io li uso sempre al naturale (quindi non zuccherati, non educolrati o elaborati e non trattati con sciroppo di glucosio) ma  E’ UNA SCELTA PERSONALE! Se non li trovate nei negozi o avete difficoltà a reperirli ma volete provare comunque in rapidità la ricetta, sappiate che non succede niente di particolarmente strano .. solo dovete rivedere le dosi di dolcificante che poi andrete ad usare perché saranno già molto dolci di loro!!!  Quindi NO PANIC ! 🙂

Olio che uso è di Semi (a piacere, non deve cuocere. Io non userei l’Olio Evo perché secondo me ha un sapore troppo forte).

– Come dolcificante io uso lo Sciroppo di Agave perché secondo me perfetto per sapore, consistenza e resa, ma come sempre siete liberi di usare quello che preferite. Dovrete solo tarare le dosi, sia a gusto che a risultato.

– Le dosi, so che lo specifico sempre, ma è importante: sono indicative. Sia per un discorso di prodotti usati (per consistenza e densità) sia per gusto: c’è a chi piacciono i dolci molto dolci e a chi gradisce magari un gusto meno intenso. Provate la prima volta e, se vi piacerà la ricetta, la tarerete a vostro gusto. Soprattutto quando si usano questi dolcificanti naturali (agave, truvia, sciroppo di Riso, Stevia, così come lo zucchero di canna integrale) che hanno gusti e consistenze diverse, bisogna tararsi 🙂

– La gelatina vegetale che ho utilizzato (dato che è una ricetta vegan: non vengono utilizzati ingredienti né di origine né di derivazione animale) è a base di Agar Agar. La potete trovare in bustine in negozi dedicati al biologico, specializzati ma ormai si trova anche nella grande distribuzione!

*: per la base io ho utilizzato i Frollini Integrali Alce Nero, che mi piacciono tantissimo e secondo me sono davvero un’ottima base per questo dolce! Se volete leggere la mia recensione su questi biscotti la potete leggere Cliccando QUI

Procedimento: Partiamo dalla base, prendiamo i biscotti, i datteri ed i fiocchi di avena e li tritiamo (in un mixer, robot, tritatutto, quello che avete a disposizione) fino ad ottenere una sorta di composto sabbioso (poi sta a voi se volete ottenere una base omogenea e compatta o preferite tritare grossolanamente e lasciare che gli ingredienti si sentano di più sotto i denti!). Aggiungiamo l’Olio e lo Sciroppo d’Agave (o il dolcificante che avete scelto)–> aggiungete sempre di ognuno 1 cucchiaio alla volta di modo che potete assaggiare e decidere il gusto! La base ora è pronta: avrete un composto tritato, comunque compatto (grazie all’olio e allo sciroppo d’Agave, anche all’Avena che assorbe e compatta) e che somiglierà moltissimo alla base classica che si prepara per la cheesecake con il burro. Ora dovete stenderla nella teglia (o tortiera) che avete scelto per il vostro dolce meglio se ricoperta di carta forno – ricordo che le dosi sono per un diametro di 18-20 cm. Essendo molto morbido potrete lavorare la vostra base del dolce con facilità sia con le mani che con un cucchiaio o una spatola per livellarla bene e creare lo strato giusto. Come avevo accennato prima, questo base può anche non riposare (certo, se la preparate d’estate o comunque in una giornata calda, consiglio comunque, mentre preparate la crema di metterla nel frigorifero nel frattempo!). Quindi ora passiamo alla crema: semplicemente si parte dagli anacardi che vanno tritati (in un mixer, robot, tritatutto che avete a disposizione) finemente, poi aggiungiamo il tofu e il dolcificante e tritiamo ancora qualche secondo per uniformare. Ultimo ingrediente: la gelatina vegetale (o Agar Agar) – per dosi e istruzioni d’uso seguite sempre quelle riportate sulla confezione. La crema va mescolata bene per amalgamare gli ingredienti e versata sulla base, livellata, il dolce è finito! Potete ora decidere se decorare, oppure no, la vostra Tofu-cake con della frutta, del cioccolato a scaglie, mousse o sciroppo… come volete! Deve riposare in frigorifero almeno 3 ore, secondo me se lo preparate al mattino come dolce per la cena è perfetta perché più riposa in frigo più si compatta e prendono sapore tutti gli ingredienti.

Come sempre, spero che la ricetta vi sia piaciuta, se la provate famite sapere cosa ne pensate e… buona serata!!

Alla prossima ricetta.. ciaooooooooo!!

Fede

 

 

 

 

 

 

 

 

o ore

Arriva l’autunno: Pasta di Legumi al Pesto di Anacardi e Rucola!

Giornata uggiosa, che l’autunno stia arrivando? Non ne sono pienamente convinta dato che passiamo da mezze giornate umide e uggiose alle imminenti ore dopo magari, ancora soleggiate e calde. Più che autunnale direi clima tropicale! Scherzi a parte, siamo a più di metà settembre e la stagione del forno acceso, e delle ricette “confort food” sta arrivando!!!!!!!!!!!
Per me che non ho smesso di usare il forno nemmeno d’estate (posso però dire di averlo limitato al massimo, ma si sa che sfioro la patologia! :P) ogni momento è buono e valido per cucinare e impastare, ma l’autunno, così come anche l’inverno sono le stagioni perfette per dedicarsi maggiormente alla cucina, secondo me. Anche se è vero che ogni stagione porta le sue prelibatezze, i suoi prodotti e le sue ispirazioni, e ci si dedica di più a cosa preparare per pranzo o cena (discorso a parte per chi, come me, è davvero amante dello stare in cucina e …non c’è stagione che tenga perchè: ogni occasione, ingrediente e scoperta è buona per provare, inventare e combinare nuove ricette!!!! Ihihihihihi 😀 ).

Ecco quindi che siamo sempre più alla ricerca di cibo confortevole, che accarezzi non solo il nostro stomaco, ma anche il nostro occhio e il nostro gusto.. no? Bhè oggi usciamo dagli schemi con la pasta che ho comprato della Felicia_Bio ai legumi. SI, avete letto benissimo: ai legumi. Se volete saperne di più, trovate QUI la mia recensione.

Dicevo: ho voluto provare questa pasta fatta 100% di piselli verdi bio, senza glutine e vegan ok, con un pesto:

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Vegan (quindi adatto anche Vegetariani)


Dosi per 2 persone:

  • 180gr di Fusilli di Piselli Verdi -Linea Legumi_Felicia BIO

(o anche tutto il pacco per chi è abituato a porzioni più abbondanti, a piacere insomma!)

Per il pesto:

  • una manciata abbondante di Rucola (40/50gr per intenderci, ma se poi a gusto preferite un gusto più acceso della rucola, potete tranquillamente aggiungerne alla dose. Così come tutti gli altri ingredienti: tarateli e giostrateli in base al vostro gusto)
  • 1 patata piccola (come un mandarino, per capirci la grandezza) o ½ di una patata media
  • 20gr di anacardi
  • Olio di Semi (o Evo, o vegetale che preferite, a gusto personale)
  • 1 mestolino di acqua di cottura della pasta (se necessita)
  • Sale e pepe q.b.

Procedimento: direttamente nel mixer del vostro frullatore (o del vostro minipimer, o del robot che utilizzate per sminuzzare e frullare) unite la rucola, la patata schiacchiata, gli anacardi, sale e pepe (a piacere), spezie (a piacere), unite l’olio a filo (partire sempre da 2/3 cucchiai) e 2 cucchiai di acqua di cottura della pasta e frullate. Appena vedrete che si sta riducendo tutto a crema, fermate il tutto, assaggiate e decidete ora la consistenza, piuttosto che il gusto (se volete che predomini un sapore piuttosto che un altro), il sapore, e valutare se aggiungere altro liquido o meno. Cercate di ottenere un composto cremoso (liscio o meno dipende da voi: c’è a chi piace più granuloso, di modo che si sentano tutti gli ingredienti sotto i denti, e chi preferisce una crema fluida e liscia omogenea).

E’ fatto!!! Una volta scolata la pasta, non dovete fare altro che versare subito il vostro pesto di Rucola e Anacardi e gustare il tutto insieme.. una combo fantastica perchè il verde della pasta di piselli si fonde perfettamente con il verde acceso della rucola, l’oro dell’olio d’oliva e qualche micro frammento bianco degli anacardi che esaltano il tutto. Il sapore poi è divino e assolutamente gustoso! Un piatto nuovo, diverso, particolare, sorprendente e non scontato..anzi!

Vi lascio anche il link di un altro pesto, sempre vegan e sempre a base di Rucola che avevo postate qualche tempo fa (sempre buono anche quello!) per ispirazioni o altre idee, il link è Qui

Vi lascio anche la foto di questa pasta eccezionale, condita anche con del semplice sugo al peperone verde dolce per provare….  Una bontà! Devo dire che il sugo, seppure semplice, temevo coprisse molto il sapore, invece.. a noi è piaciuta tantissimo anche condita in maniera tradizionale! Quindi ora sta a voi provarla, farmi sapere che ne pensate ma soprattutto scrivetemi e condividetemi le vostre idee per condirla!!!  Augurandovi una buonissima serata, ci sentiamo presto con altre ricette e/o recensioni!

Fede

Rose di Verdure Vegan

Buongiorno!!! Oggi ricetta salata, d’effetto (perché il risultato è davvero carino!), veloce, sana e gustosa!! Altro?? A parte gli scherzi è davvero una preparazione che vi darà soddisfazioni e gusto.

Sono delle Roselline con Verdure e formaggio vegetale quindi Vegan! 

Si parte con una base, realizzata a mano (o in planetaria, come preferite) davvero semplice, rapida e dove ho utilizzato il lievito per torte salate (tipo Pizzaiolo) quindi anche veloce e utilissima per essere preparata all’ultimo minuto o come idea salva cena/pasto. Potete proporle in formato più piccolo per un buffet, un aperitivo, oppure più grandi (o sempre delle dimensioni che preferite) per un pasto (cena o pranzo che sia ), come antipasto … Le idee come sempre sono infinite, i miei sapete che sono spinti! Come tante delle mie ricette, anche questa fa parte della sezione “Senza” perché è:

  •  Senza Latticini
  •  Senza Uova
  •  Senza grassi o colesterolo
  • Vegan ( adatta ovviamente anche ai Vegetariani)

Vi elenco gli ingredienti usati:

Per la pasta

  • 200gr Farina Integrale
  • 100gr Farina Manitoba
  • 40gr Olio di Semi (a piacere)
  • 130-150ml Acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino raso lievito per torte salate instantaneo
  •  Sale q.b.

Per il ripieno:

  •  Strachicco Verys (io ho utilizzato questo prodotto alternativa al formaggio tradizionale, vegetale quindi, che adoro – lo sapete ormai, per chi se lo fosse perso ve ne parlo qui – Ovviamente voi utilizzate quello che preferite.)
  •  Zucchine e/o Carote tagliate a lamelle con una mandolina
  • Spezie a piacere

>>>> Tips >>>>>>>>


– Per chi non vuole utilizzare la Manitoba, può fare l’impasto usando solo la Farina Integrale. Ovvio che la consistenza del risultato sarà diversa. Io ho già provato e non mi è dispiaciuto affatto, quindi posso già anticipare che è gustosa ugualmente. Tutto sta a che risultato volete ottenere: morbido, friabile o volte puntare su una ricetta completamente integrale e sana? A voi la scelta … 


– Io utilizzo un’alternativa allo stracchino tradizionale, quindi vegetale, che apprezzo molto per resa e sapore, ribadisco che potete usare il formaggio vegetale che preferite. Io ho utilizzato lo Strachicco Verys perché reputo molto buono, molto morbido e cremoso e sopratutto: perché volevo quella consistenza cremosa
nelle Rosselline che vado a realizzare.
Come sopra il discorso anche per l’Olio utilizzato : il tipo che preferite (tra vegetale ed Evo) fate solo attenzione che nonsia un olio che non copre troppo il sapore (non sia troppo forte quindi), sopporti la cottura. Io ho utilizzato l’Olio di Mais.


– Le dosi di acqua sono sempre variabili perché (l’ho ribadito più volte, ma è bene dirlo in ogni post
secondo me): ogni farina, in base a tipologia e marca, assorbe la sua quantità si acqua. Ecco perché è bene aggiungerne sempre poco per volta per valutare se la dose indicata è troppa o troppo poca! 
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<


Procedimento
: in una terrina a mano ( o una una planetaria, a piacere) mescolate prima le farine, le spezie (se decidete di usarne), il lievito istantaneo per torte salate, l’olio e lentamente iniziate ad aggiungere l’acqua indicata mescolando bene. Appena l’ impasto prende sostanza, aggiungete il sale e mescolate iniziando ad impastare. Valutate se proseguire con l’aggiunta di acqua o meno e continuate ad impastare. Dovrete ottenere un impasto morbido, non appiccicoso, ma comunque soffice e non troppo “nervoso” (nel senso che è troppo elastico). Una volta impastato e formata la vostra palla, lasciatelo riposare mentre preparare le verdure.  Ogni impasto, che usiate il lievito (di birra o istantaneo) o meno, va fatto riposare, anche solo il tempo di preparazione degli altri ingredienti o ripieni.
Le verdure vanno tagliate a lamelle sottili (con una mandolina o un pela patate) perché dovranno avere lo spessore sottile da poter cuocere nel tempo di cottura che richiederanno le nostre Roselline.
Una volta preparate le verdure, riprendiamo il nostro impasto e lo stendiamo con un mattarello, delicatamente (senza esercitare eccessiva forza: se avrete lavorato bene l’impasto sarà docile e seguirà subito il vostro tocco) in forma rettangolare, indicativamente. Lo spessore è di circa 1-2cm, ma anche qui è a piacere. Una volta steso, con una rotella, tagliamo delle striscioline lungo il lato dell’altezza del nostro rettangolo, della misura circa della larghezza delle nostre lamelle di verdure (dovremo poi avvolgere impasto e zucchina tagliata a lamella insieme quindi sta a voi che effetto dare alle vostre Roselline!). Ottenute le nostre strisce, prendiamo il formaggio vegetale (io uso lo Strachicco Verys) e lo spalmiamo in maniera leggera per 3/4 della striscia di pasta ottenuta – l’ultima parte la lasceremo vuota per permettere la chiusura del tutto. Non abbondante con il formaggio scelto perché rischierete che fuoriesca e potrebbe compromettere tutto il risultato !!

Spalmato il formaggio/stracchino vegetale, ora adagiate le fette di zucchina e/o carota preparate. Salate e speziare a piacere e iniziate ad arrotolare la striscia su se stessa, spingendo leggermente per aiutare lo scorrimento del tutto e permettere l’effetto desiderato. Una volta ottenuto il rotolino basterà premere leggermente nella parte inferiore in modo da ottenere la vostra Roselline. Potete fare le vostre Roselline con: zucchine, carote, patate oppure più verdure insieme. Il segreto sta sempre nel fatto che debbano essere tagliate sottili.

Cuociono in forno a 180 gradi per 20 minuti. (Tenete sotto controllo la cottura dato che ogni forno é a sè e cuoce in tempi diversi. Ognuno conosce il suo forno, insomma!)
Sono ottime caldissime ma anche tiepide. Vedrete che il risultato vi lascerà davvero sorpresi sia per resa, sapore e aspetto!!
Se le provate, come sempre, fatemi sapere che ne pensate.

Alla prossima ricetta,

Fede