Torta Salata Estiva : GIRASOLE (Veg)

Buona Domenica a tutti! Che voi siate al mare, in città o in vacanza questa ricetta vi tornerà sicuramente utile e vi farà variare dai soliti menù estivi.  Unica pecca: bisogna accendere il forno! In padella.. ci ho già provate non viene assolutamente la stessa cosa..e non avrete lo stesso effetto.. quindi.. sappiatelo! Parlo di una ricetta salata, veloce e facilissima da fare.

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Vegan

Si tratta di una torta salata che ho voluto chiamare “GIRASOLE” per i colori che ha e per l’idea carina di presentarla, dalle foto capirete perché.  Le dosi sono sempre indicative ma sapete che (anche in base alla quantità e alla porzione che vuole prepararne) è tutto soggettivo in base alle verdure usate, alla marca di determinati prodotti e alla consistenza che si vuole ottenere. ercherò però di essere chiara e dettagliata il più possibile per darvi comunque una guida.   La versione che vi propongo è Vegan e senza determinati ingredienti ma nulla vieta di fare cambiamenti, aggiunte e prendere anche solo spunto dalla mia ricetta e realizzarla come più vi piace. Sono, come sempre dico, spunti per variare alimentazione, assaggiare nuovi piatti e provare nuovi sapori.  assiamo a cosa ci occorre per prepararla!

Ingredienti:

  • fiori di zucca
  • funghi champignon
  • farina di piselli
  • farina di ceci
  • Olio Evo
  • acqua
  • sale e spezie

Procedimento: Sono partita lavando tutte le verdure e affettando molto sottili i funghi champignon (io ne ho utilizzati 3 grandi), mentre ai fiori di zucca ( ne ho utilizzati 4 piccoli ), dopo averli asciugati bene, ho eliminato la parte interna con pistillo e base lasciandoli interi. Una volta puliti potete o aprirli sul vostro tagliare e seguire le diagonali naturali del fiore di zucca oppure da chiuso tagliarlo in quattro per ottenere 4 petali (diciamo), questi saranno i petali del vostro girasole!  Prendete ora la vostra tortiera o teglia che avete scelto per realizzare la torta (io ho usato una tortiera tonda e bassa da 26 cm, quindi è venuta abbastanza bassa, potete ovviamente scegliere se usarne una più alta e fare quindi questa torta salata -frittata veg alta o meno anche in base alla tortiera che sceglierete di utilizzare) copritela con la carta forno bagnata (così aderirà meglio ai contorni della tortiera) e partite foderando la base con i funghi champignon tagliati a fette sottili per il lungo. Salate i funghi e speziate a piacere (io ho utilizzato un sale aromatizzato alle erbe), e ora passiamo alla torta salata!

In una terrina unite: la farina di piselli (io ho utilizzato 3 cucchiai di farina di piselli Bio della Fior di Loto  , ve ne avevo già parlato QUI: è un prodotto che adoro e uso tantissimo nelle mie ricette. Mi chiedete sempre dove trovo e acquisto i prodotti che indico nelle ricette, la risposta sarà banale ma è sempre quella: io mi rifornisco principalmente nella grande distribuzione e qualche volta nei negozi biologici a tema, tipo NaturaSì per intenderci. Oggi sempre più supermercati (iper, grandi e medi) hanno l’angolo Bio-Vegan o dedicati alle intolleranze, e ci sono sempre più marche e prodotti specifici. Basta cercare e guardare meglio dove si fa la spesa, in alternativa ricordate che c’è sempre il web che porta il mondo a casa vostra. Mi sono ripromessa di fare un post dedicato alla spesa online di determinati prodotti, presto… lo leggerete!). TORNANDO A NOI: in una terrina dicevo riunite la farina di piselli, la farina di ceci (qui va a gusto e alla consistenza che vorreste ottenere, io ne ho usati 4 cucchiai), l’Olio Evo (1 o 2 cucchiai a piacere: Evo, di semi o vegetale) e iniziate ad unire lentamente l‘acqua (io la uso tepida) e mescolate. Aggiustate ovviamente con sale e spezie a piacere. Dovrete ottenere una sorta di crema morbida, non densa (ma nemmeno liquida), come una pastella per intenderci, che useremo per ricoprire i funghi champignon nella nostra tortiera. Ora prendiamo i fiori di zucca tagliati in precedenza e lasciando qualche 1 o 2 cm dal centro partiamo a disporsi belli aperti per simulare dei petali. Continuate così disponendoli tutti in senso circolare. Se volete potete speziare o salare leggermente i fiori in superficie o dorarli con una lacrima di Olio. La torta va in forno 20 minuti a 180 gradi (ma come dico sempre I TEMPI VARIANO DA FORNO A FORNO !! ) non usate il ventilato perché tenderebbe a seccare troppo (a meno che voi non siate super esperti del vostro forno e conoscete ogni modalità di cottura, per cui valutate anche il ventilato ma regolate la temperatura e il tempo di cottura!). Vedrete che è pronta quando i fiori di zucca saranno appassiti leggermente e la torta sottostante avrà presto forma e sostanza. E’ ottima calda ma vi assicuro che anche fredda.. è golosissima!!!!!!!

>>>>>>>>>>>>>>> Tips <<<<<<<<<<<<<<<<<<<

-> Ovviamente potete variare verdure, farine e ingredienti a piacere, così come i funghi potete scegliere se utilizzarli come fondo della torta salata oppure tritati o tagliati a pezzetti nell’impasto. Va a gusto.

-> Le quantità indicate, lo dicevo anche prima, sono soggettive anche in base alle quantità che dovete realizzare, regolatevi sempre con la “pastella” ottenuta, mi raccomando non soda come per delle polpette, ma nemmeno completamente liquida!

-> La sapidità, così come il gusto che deve predominare nel vostro composto lo dovete decidere voi (quindi se deve prevalere più il sapore della farina di piselli o ceci), se siete alle prime armi fate sempre delle prove e capirete con il tempo, e i tentativi cosa più vi piace.   Le torte salate Vegan ( o comunque non tradizionali e senza l’uso di uova o latticini) aiutano a variare l’alimentazione, si possono preparare in mille modi e con mille ingredienti diversi, fanno incrementare sicuramente l’uso di verdure e affini nelle nostre ricette e anche grazie a  queste “farine vegetali” si possono scoprire nuovi modi di cucinare e  nuovi modi di mangiare senza mai rinunciare al gusto,strizzando l’occhio alla salute 🙂

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

 

Fatemi sapere come sempre se la provate e …. se fate delle varianti, condividetele con me così magari anche io scopro nuovi abbinamenti o idee a cui non avevo pensato!

Buona Domenica e …a prestissimo!!!

Fede

Annunci

Zucchina ripiena e Patata filante VEG e…. Weekend Luuuuungo !!

Buongiorno a tutti, rieccomi!!! So di essere stata latitante negli ultimi periodi e che non ho postate per diversi giorni ma  eccomi tornata pronta per tante ricette e recensioni da pubblicarvi!!! Ringrazio sempre tantissimo per i direct e le email che mi sono arrivate chiedendomi quando avrei messo altre ricette o recensioni. Mi fa sempre un enorme piacere ricevere i vostri apprezzamenti, le vostre domande o anche solo un vostro saluto in merito al blog! Quindi GRAZIE!!! Per i tanti che me lo hanno chiesto (su instragram, social vari eccc) entro breve pubblicherò la ricetta dei cassoni romagnoli (così come sono pronte tante altre recensioni di prodotti che mi sono piaciuti ultimamente o che ho scoperto da poco e mi stanno piacendo..  stay tuned quindi 😀 )

Voglio condividere con voi la cena di ieri sera: Zucchina ripiena di verdure con patata filante..il tutto…Vegan!!! Come? Cosa? direte… Eppure si tratta di una “ricetta” davvero furba, veloce e… buonissima! 😀

La zucchina che ho usato è del tipo “tondo” quindi sono perfette per essere riempite: si scavano nella parte interna e sono pronte per essere farcite con il ripieno che volete (a breve posterò anche un’altra idea in merito..tutta vegan!!! Stay tuned…). Il ripieno è composto quindi di: interno della zucchina, fagiolini, misto di funghi e pisellini. Ho cotto tutto in forno (zucchina svuotata e misto di verdurine scelte) ma separatamente: zucchina e misto di verdure. Una volta terminata la cottura per la zucchina svuotata e il contorno ho assemblato il tutto e messo qualche cubetto di Chicca Verys (ho usato la versione Classica  – si tratta di un prodotto vegetale alternativa al formaggio tradizionale, ovviamente voi potete usare quello che preferite) all’interno e ripassato in forno con il grill per qualche minuto.

Per la patata è stato più semplice dirlo che farlo: lavata bene, asciugata e l’ho incisa con dei tagli per il lato “largo” della forma come per farla a fette larghe ma sempre senza arrivare in fondo  questo mi ha permesso di creare delle fessure dove ho inserito la Chicca Verys Classica a fette sottili (voi metterete quello che più preferite!). Ho avvolto il tutto in carta stagnola e cotto “al cartoccio ” in forno. Ovviamente ho salato, speziato e oliato leggermente la patata (così come il contorno di verdure e la zucchina svuotata, prima di cuocere). Quando ho inserito la zucchina ripiena assemblata per i pochi minuti di grill, ho unito anche il cartoccio con le patate ma ho aperto la stagnola. Il risultato lo vedete dalle foto: cremoso, gustoso..e tutto senza:

  • Senza Latticini
  • Senza Lattosio
  • Vegan
  • 100% Vegetale

Se vi state chiedendo che prodotto sia il formaggio vegetale che ho usato (quindi cosa sia la Chicca Verys), non lo conoscete o volete saperne di più vi lascio: la mia recensione QUI e il sito Verys se volete approfondire —> http://www.verys.it/ 

Mi preparo a questo weekend luuuuuugo… non farò il ponte lavorativamente parlando ma psicologicamente so che comunque godrò di una festività (quindi riposo!!) nel mezzo della prossima settimana…ci si accontenta..no????? E voi che progetti avrete???  Vi state preparando per Halloween???

A presto !

Fede

Spaghetti di Zucchine Raw #2

Buonasera a tutti, buon sabato… oggi ricetta #2 degli Spaghetti di Zucchine (per l’altra ricetta vi lascio il link QUI) realizzati con lo spiralizer!


Anche questa ricetta è super veloce da preparare, pratica, buonissima e fa parte della catetoria “Senza”, inoltre é:

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Senza Cottura
  • Vegan (adatta quindi anche ai vegetariani, ovviamente)

Come per la precedente (e per la maggior parte delle preparazioni di questa tipologia di “spaghetti”) ho utilizzato tutti gli ingredienti a crudo ( quindi è una ricetta “Raw”) ovvero tutto senza cottura. Gli ingredienti sono pochi, semplici e daranno davvero un gran risultato: sia visivo che di gusto. Questi “spaghetti di zucchine” secondo me non sono adatti solo alla stagione estiva, perché sono così delicati, pratici e talmente buoni che anche in questi ultimi giorni caldi di settembre sono perfetti (idem per tutto l’anno!). Li ho conditi con una versione del mio pesto di rucola (diversa dalla precedente che aveva le patate) con funghi champignon e anacardi.

Ingredienti:

  • 2 Zucchine medio/piccole
  • 100gr di Rucola
  • 5-6 Funghi Champignon (se usate i piccoli, altrimenti 2 dei grandi saranno sufficienti)
  • 30gr di Anacardi
  • Sale q.b.
  • Olio EVO q.b. (o a scelta)
  • Aglio in polvere (a piacere)

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>> Tips <<<<<<<<<<<<<<<<<<<

  • Fate attenzione alla dimensione delle Zucchine che utilizzate perché poi, a sua volta, dovrete dosare anche bene gli ingredienti per il pesto di condimento altrimenti rischiate che non sia sufficiente per tutta la dose di spaghetti di zucchine 🙂
  •  I Funghi Champignon, come ho già precisato negli ingredienti, se piccoli o grandi valutate le dosi sia a gusto ma sopratutto considerando che tireranno fuori il loro “liquido” una volta frullato il tutto; cosa assolutamente utile per la ricetta che stiamo creando, ma che se fosse in eccesso, rischia di compromettere il risultato! Quindi state alle dosi e come specifico sempre nelle ricette che posto: aggiungete sempre poco ingrediente alla volta (ad aggiungere si fa sempre in tempo!!)
  • Gli anacardi secondo me sono ideali per questa preparazione per: gusto, sapore e consistenza ma se non li gradite (o semplicemente non li volete mettere nella ricetta) potrete utilizzare altra frutta secca (noci, mandorle) sappiate però che creerete un altro sapore 😉 L ‘importante è che vi piaccia!
  • Le dosi di Olio Evo non ci sono perchè indicativamente si inizia con 2/3 cucchiai (magari con ½ cucchiai di acqua) e mentre si frulla tutto insieme controllate se necessita di aggiungere altro liquido (scegliendo tra olio o acqua, a piacere!)
  • L’Aglio, io ne ho usato davvero un pizzico, in polvere perché meno intenso come sapore rispetto al fresco. Ma è assolutamente a piacere: se non vi piace, semplicemente lo omettete ed optate per altre spezie!

<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<

Procedimento: Lavate tutte le verdure che dovremo utilizzare, tamponatele per eliminare l’acqua in eccesso e partiamo per la preparazione del pesto: in un mixer (robot, tritatutto o quello che avete a disposizione) tritiamo per prima cosa gli anacardi, finemente, poi aggiungiamo i funghi champignon e frulliamo. Ora aggiungiamo la rucola (magari non tutta in una volta ma poco alla volta, per permettere di tritare ed amalgamare tutto al meglio. Oppure se preferite, o avete un robot che permette la capienza del tutto o che sapete è molto potete, unite tutta la dose in una volta), l’Olio, il sale, le spezie e il cucchiaio di acqua e frulliamo insieme. Dovrete ottenere la consistenza del pesto, cremoso e liscio o meno questo dipende da voi (dal vostro gusto, dai vostri elettrodomestici a disposizione o dalla tipologia di ricetta che volete realizzare: se con un pesto liscio e omogeneo, oppure più grossolano). Ora, occupiamoci degli spaghetti di zucchine! Io li ho realizzati con lo spiralizzatore (o spiralizer come si voglia – ribadisco, come nella precedente ricetta di spaghetti di zucchine #1, che ho un modello manuale che però mi da davvero un ottimo risultato). Una volta ottenuti gli spaghetti di zucchine, li ho leggermente conditi con un filo di Olio e mescolati, poi ho aggiunto il pesto appena preparato e ho mescolato con delicatezza per non romperli e rovinare l’effetto finale. Lasciateli riposare qualche minuto (non eccessivamente) per far insaporire il tutto e … mangiate! E’ pronto! Fresco, veloce, sano, pieno di sapore..e… di vitamine!

Buon Sabato e .. alla prossima ricetta!

Fede

Rose di Verdure Vegan

Buongiorno!!! Oggi ricetta salata, d’effetto (perché il risultato è davvero carino!), veloce, sana e gustosa!! Altro?? A parte gli scherzi è davvero una preparazione che vi darà soddisfazioni e gusto.

Sono delle Roselline con Verdure e formaggio vegetale quindi Vegan! 

Si parte con una base, realizzata a mano (o in planetaria, come preferite) davvero semplice, rapida e dove ho utilizzato il lievito per torte salate (tipo Pizzaiolo) quindi anche veloce e utilissima per essere preparata all’ultimo minuto o come idea salva cena/pasto. Potete proporle in formato più piccolo per un buffet, un aperitivo, oppure più grandi (o sempre delle dimensioni che preferite) per un pasto (cena o pranzo che sia ), come antipasto … Le idee come sempre sono infinite, i miei sapete che sono spinti! Come tante delle mie ricette, anche questa fa parte della sezione “Senza” perché è:

  •  Senza Latticini
  •  Senza Uova
  •  Senza grassi o colesterolo
  • Vegan ( adatta ovviamente anche ai Vegetariani)

Vi elenco gli ingredienti usati:

Per la pasta

  • 200gr Farina Integrale
  • 100gr Farina Manitoba
  • 40gr Olio di Semi (a piacere)
  • 130-150ml Acqua tiepida
  • 1/2 cucchiaino raso lievito per torte salate instantaneo
  •  Sale q.b.

Per il ripieno:

  •  Strachicco Verys (io ho utilizzato questo prodotto alternativa al formaggio tradizionale, vegetale quindi, che adoro – lo sapete ormai, per chi se lo fosse perso ve ne parlo qui – Ovviamente voi utilizzate quello che preferite.)
  •  Zucchine e/o Carote tagliate a lamelle con una mandolina
  • Spezie a piacere

>>>> Tips >>>>>>>>


– Per chi non vuole utilizzare la Manitoba, può fare l’impasto usando solo la Farina Integrale. Ovvio che la consistenza del risultato sarà diversa. Io ho già provato e non mi è dispiaciuto affatto, quindi posso già anticipare che è gustosa ugualmente. Tutto sta a che risultato volete ottenere: morbido, friabile o volte puntare su una ricetta completamente integrale e sana? A voi la scelta … 


– Io utilizzo un’alternativa allo stracchino tradizionale, quindi vegetale, che apprezzo molto per resa e sapore, ribadisco che potete usare il formaggio vegetale che preferite. Io ho utilizzato lo Strachicco Verys perché reputo molto buono, molto morbido e cremoso e sopratutto: perché volevo quella consistenza cremosa
nelle Rosselline che vado a realizzare.
Come sopra il discorso anche per l’Olio utilizzato : il tipo che preferite (tra vegetale ed Evo) fate solo attenzione che nonsia un olio che non copre troppo il sapore (non sia troppo forte quindi), sopporti la cottura. Io ho utilizzato l’Olio di Mais.


– Le dosi di acqua sono sempre variabili perché (l’ho ribadito più volte, ma è bene dirlo in ogni post
secondo me): ogni farina, in base a tipologia e marca, assorbe la sua quantità si acqua. Ecco perché è bene aggiungerne sempre poco per volta per valutare se la dose indicata è troppa o troppo poca! 
<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<<


Procedimento
: in una terrina a mano ( o una una planetaria, a piacere) mescolate prima le farine, le spezie (se decidete di usarne), il lievito istantaneo per torte salate, l’olio e lentamente iniziate ad aggiungere l’acqua indicata mescolando bene. Appena l’ impasto prende sostanza, aggiungete il sale e mescolate iniziando ad impastare. Valutate se proseguire con l’aggiunta di acqua o meno e continuate ad impastare. Dovrete ottenere un impasto morbido, non appiccicoso, ma comunque soffice e non troppo “nervoso” (nel senso che è troppo elastico). Una volta impastato e formata la vostra palla, lasciatelo riposare mentre preparare le verdure.  Ogni impasto, che usiate il lievito (di birra o istantaneo) o meno, va fatto riposare, anche solo il tempo di preparazione degli altri ingredienti o ripieni.
Le verdure vanno tagliate a lamelle sottili (con una mandolina o un pela patate) perché dovranno avere lo spessore sottile da poter cuocere nel tempo di cottura che richiederanno le nostre Roselline.
Una volta preparate le verdure, riprendiamo il nostro impasto e lo stendiamo con un mattarello, delicatamente (senza esercitare eccessiva forza: se avrete lavorato bene l’impasto sarà docile e seguirà subito il vostro tocco) in forma rettangolare, indicativamente. Lo spessore è di circa 1-2cm, ma anche qui è a piacere. Una volta steso, con una rotella, tagliamo delle striscioline lungo il lato dell’altezza del nostro rettangolo, della misura circa della larghezza delle nostre lamelle di verdure (dovremo poi avvolgere impasto e zucchina tagliata a lamella insieme quindi sta a voi che effetto dare alle vostre Roselline!). Ottenute le nostre strisce, prendiamo il formaggio vegetale (io uso lo Strachicco Verys) e lo spalmiamo in maniera leggera per 3/4 della striscia di pasta ottenuta – l’ultima parte la lasceremo vuota per permettere la chiusura del tutto. Non abbondante con il formaggio scelto perché rischierete che fuoriesca e potrebbe compromettere tutto il risultato !!

Spalmato il formaggio/stracchino vegetale, ora adagiate le fette di zucchina e/o carota preparate. Salate e speziare a piacere e iniziate ad arrotolare la striscia su se stessa, spingendo leggermente per aiutare lo scorrimento del tutto e permettere l’effetto desiderato. Una volta ottenuto il rotolino basterà premere leggermente nella parte inferiore in modo da ottenere la vostra Roselline. Potete fare le vostre Roselline con: zucchine, carote, patate oppure più verdure insieme. Il segreto sta sempre nel fatto che debbano essere tagliate sottili.

Cuociono in forno a 180 gradi per 20 minuti. (Tenete sotto controllo la cottura dato che ogni forno é a sè e cuoce in tempi diversi. Ognuno conosce il suo forno, insomma!)
Sono ottime caldissime ma anche tiepide. Vedrete che il risultato vi lascerà davvero sorpresi sia per resa, sapore e aspetto!!
Se le provate, come sempre, fatemi sapere che ne pensate.

Alla prossima ricetta,

Fede

Hamburger & Polpette Vegetali #2

Buongiorno, oggi ricetta sprint e super golosa per hamburger & polpette Vegetali n.2. Anche questa ricetta è:

  • Senza Latticini
  • Senza Uova
  • Adatta quindi ai Vegani

Oggi useremo un super alimento: la Quinoa! La quinoa è un alimento ipocalorico privo di glutine, ricco di proteine, minerali e vitamine, in particolare magnesio, vitamina C e vitamina E. Se non lo conoscete, approfondite immediatamente in merito  perché è un super alimento dalle mille prerogative e proprietà!!

Come le precedente ricetta (vi lascio il link qui  ) anche questa ricetta è pensata per realizzare sia hamburger che polpette (come le si preferisce, idem per le dimensioni).  Il gusto ovviamente non cambia e tutte quelle che propongo sono ricette che realizzo tutti i giorni a casa mia, sono versatili per ogni esigenza (o almeno lo sono per me, ma credo di poter parlare anche a livello generale) e ogni occasione, ecco perché dico che lo stesso impasto può essere utile per realizzare dei buonissimi hamburger da fare in padella antiaderente, oppure da cuocere in forno (se preferite). Stessa cosa se preferite realizzare delle polpettine, e addirittura, vi dirò di più, se usati tutti ingredienti cotti sono un ottimo e ripeto OTTIMO finger food. Super sano, super light e…. super buono!

Passiamo agli ingredienti?

* : premetto che le dosi sono indicative in base alla quantità che volete realizzare ma soprattutto decidendo anche quale sarà la parte predominante dei vostri hamburger: se la quinoa o le verdure (usando quindi la Quinoa in quantità ridotte come da legante e le verdure in quantità maggiore o viceversa  ).

Ingredienti:

  • 1 bicchiere di Quinoa già cotta
  • 2 o 3 Funghi Champignon piccoli  (ma vanno bene anche i Portobello, i Porcini, o altro tipo, quello che più vi piace!)
  • 1/2 Zucchina  grattuggiata (o a julienne oppure a fette sottili.. a gusto)
  • 1 Cipollotto piccolo 
  • 1 o 2 cucchiai di Farina di Ceci
  • 1 cucchiaio di Olio (Evo, Soia, Girasole..quello che preferite)
  • Sale q.b. (io ho usato quello Rosa dell’Himalaya)
  • Spezie a piacere (io ho usato un mix di sole erbe tra cui: Timo e Origano)

Procedimento:  Si parte dalla Quinoa già cotta (quindi, sempre a gusto, se avete della quinoa avanzata da una precedente ricetta, neutra o condita, sarà ottima! Oppure dovete partire a cuocerla da zero vi lascio il link  qui di una mia precedente ricetta con qualche spunto) . Le dosi come abbiamo detto sono indicative, quindi che sia l’equivalente di un bicchiere, una ciotola regolatevi dopo per le verdure da abbinare all’impasto. Partendo quindi dalla Quinoa cotta, ora la mettiamo in un mixer insieme ai funghi champignon tagliati finemente (o grossolani, come preferite), le zucchine grattuggiate, il sale, l’olio, le spezie e inziate a dare qualche frullata magari non azionando il tasto initerrottamente ma dando dei “pulse” ad intermittenza per non ottenere  un patè. Fermatevi quando la consistenza vi soddisfa. Se l’impasto vi sembra liquido (dato che potete usare zucchine e funghi già cotti o a crudo, a voi la scelta) l’impasto potrebbe risultare troppo morbido e slegato, allora potete aggiungere 1 ALLA VOLTA  i cucchiai di Farina di Ceci inseriti negli ingredienti e date di nuovo qualche pulse al vostro mixer. Se al contrario l’impasto è troppo secco e duro (o vi sembra asciutto) aggiungete 1 cucchiaio di acqua. Se non volete passare tutto al mixer si può tagliare e realizzare tutto a mano, ottenendo un risultato più grossolano, anche questo è libero ed a gusto! Assaggiate e ora su una carta forno inumidita, con uno stampo apposito (come la manualità, se ne avete, insomma.. come vi viene meglio :P) formate o i vostri hamburger oppure vi inumidite le mani LEGGERMENTE e formate delle polpettine della grandezza che preferite. Questo impasto, come dicevo ad inizio post, si adatta davvero a qualunque formato! Io ne ho fatto degli hamburger e li ho lasciati riposare in frigo almeno 1 ora prima della cottura.

Possono essere cotti sia in una padella antiaderente molto calda (e se volete con un goccio di olio sul fondo ) oppure sono deliziosi anche in forno a 200gradi per 10/15 minuti azionando gli ultimi minuti il grill… sono davvero davvero davvero sfiziosi!

Spero la ricetta vi sia piaciuta e se la provate, come sempre fatemi sapere!!

Fede

 

 

Le mie Frittelle di Verdure

Ciao a tutti!!! Ieri sera ho preparato queste frittelle (chiamiamole così) di verdure:

  • Senza Uova
  • Senza Latticini
  • Non Fritte
  • Vegane

Sono cotte in forno, rapide, semplici, con ingredienti super sani e facili e ………. buonissime!!!!!!!

L’ingrediente cardine di questa ricetta è la Farina di Ceci.  Chi armeggia in cucina la conosce sicuramente (anche perché viene usata per realizzare la Farinata Ligure e le altre versioni toscane.). Per chi invece non la conosce, sappiate, che è davvero un super ingrediente perché: è ricca di proteine e fibre, è ricca di vitamine e sali minerali e poi ha mille proprietà. In cucina è usatissima in tante realizzazioni: per fare il pane, la pasta fresca, i dolci e poi è anche un ottimo addensante – quindi usatissimo nelle ricette vegane in sostituzione delle uova o ingrediente base di: hambuger, vellutate, etc… – addirittura c’è chi la usa al posto del pangrattato per torte di patate (il famoso gateau di patate ) o per polpette!!  Come sempre accade quando parlo di qualcosa di “nuovo”, magari anche solo per qualcuno, se non conoscete questo super alimento,  vi invito ad approfondire in merito sul web o dove ritenete opportuno perché ne vale davvero la pena.

Passiamo quindi alle mie frittelle: ho utilizzato la Farina di Ceci in sostituzione alle uova e anche per dare corpo al posto della farina tradizionale. L’effetto è stato davvero super soddisfacente e buonissimo!! Che verdure ho usato?? Ho scelto delle verdure ricche di amido interno di modo che contrastassero la “secchezza” della farina di ceci (è molto pastosa ed essendo addensante tende ad asciugare.. è il suo compito!). Quindi scegliendo ad esempio Zucchine e Carote sappiate che il risultato è davvero ottimo, perché il livello di morbidezza e sapore che otterrete è davvero notevole. Senza contare che non mettendo uova, latte e farina tradizionale e, soprattutto, cuocendole in forno date un notevole taglio ai grassi, ai carboidrati e.. prendete solo il meglio da tutte le verdure utilizzate! Senza rinunciare al gusto (non lo farei mai io.. ad esempio 😛 Una cosa mi deve piacere… ehm… ma si sa che “de gustibus…” no????) Ma posso davvero dirvi che vi sorprenderanno!


Passiamo agli ingredienti???

Ingredienti:

  • 4-5 cucchiai di Farina di Ceci
  • 2 cucchiai di Olio (quello che preferite: vegetale, EVO…come volete)
  • 1/2 bicchiere di Acqua
  • la punta di 1 cucchiaino di lievito per torte salate (tipo Pizzaiolo)
  • Sale q.b.
  • Spezie e Aromi a piacere q.b.
  • 1 zucchina piccola
  • 1 carota piccola
  • 1 cipollotto piccolo

Le dosi sono indicative perché dipende tutto dalla grandezza delle verdure che utilizzate! E’ fondamentale bilanciare bene il tutto per non rischiare di avere né un composto troppo liquido ma nemmeno troppo denso e duro tipo impasto per il pane, ovvio! Capito questo poi potete adattare le dosi alle vostre esigenze di volta in volta 🙂

Procedimento:  Innanzitutto tagliate le verdure con una mandolina nei fori più piccoli che avete (ma a piacere potete anche grattugiarle o farle a listarelle sottili o a julienne..anche qui si parla di gusti!), l’importante è che siano sottili altrimenti non cuoceranno in forno! La cottura è rapida!! Tagliate le verdure, mettetele un attimo da parte e in una terrina riunite: la farina di ceci (ho indicato 4 o 5 cucchiai per regolarvi, partite sempre con 3 e poi  a mano mano che unite tutti gli ingredienti valutate se aggiungerne gli altri 2 previsti o meno), l’Olio, il sale e le spezie (io ho usato un sale aromatizzato alle erbe ma potete benissimo usare il sale che preferite e aromatizzare le vostre frittelle a piacere con origano, o timo, o maggiorana, pepe, quello che vi piace), la punta del cucchiaino del lievito istantaneo per torte salate, e piano piano aggiungete l’acqua richiesta (sempre lentamente per vedere come addensa il tutto). Dovrete ottenere una pastella fluida, morbida ma NON liquida: una pastella consistente (non dura tipo impasto del pane!). Ora unite le verdure grattugiate alla mandolina (compreso il cipollotto – che io ho tagliato finemente al coltello) e mescolate. Mi raccomando guardate sempre bene la consistenza: sono frittelle NON panini o frittate.. quindi la giusta dose di morbidezza ci vuole.

Ora su una teglia ricoperta con carta forno mettete 1 cucchiaio del vostro composto (vi accorgete che vanno bene perché il composto rimarrà fermo dove lo mettete senza sformarsi o senza rimanere nemmeno troppo rigido!) e regolatevi si quanto le volete grandi! distanziatele perché cresceranno in cottura e cuocetele a forno molto caldo ventilato a 200 gradi per 10 minuti (ma come sempre dico: ogni forno è a se, quindi temperature e tempistiche sono soggettive. SI cuociono ovviamente anche in forno statico ma impiegheranno di più ad asciutarsi! Quindi considerate 15/20 minuti!). Prima di infornarle potete decidere se mettere sopra un filo di olio (filo!) oppure chi è a dieta dei 1 cucchiai previsti può metterle uno nell’impasto e uno sopra le frittelle prima della cottura. ….ed è tutto!!!!!!

Spero che le proviate e mi facciate sapere come sono, io le ho realizzate anche con il pomodoro e sono spaziali!!!!

Buon weekend e alla prossima!!!!!!!!!!!!!

Fede

Barchette Integrali di Verdure – Vegan

Ciao a tutti, luglio è agli sgoccioli, il caldo la fa da padrone ma… non temiamo di accendere il forno! Soprattutto se dobbiamo preparare queste barchette deliziose, di verdure, che vi propongo 🙂 . Sono ottime come aperitivo, come idea per un buffet e perché no, anche per cena!! Io le ho farcite con pomodoro rosso, cipollotto, cipolla di tropea e melanzana ma, ovviamente, sono ottime con qualunque verdura vi piaccia di più. Sono fragranti ma allo stesso tempo soffici, leggere e io le propongo in versione Vegana quindi sono una:

  • Senza latticini
  • Senza uova

Sono fatte con la farina integrale e una piccola parte di manitoba ( per scelta personale) ma sono ottime anche fatte di farina di Kamut o solo di farina integrale, a voi la scelta. Non necessitano di tanta lavorazione e si preparano davvero in poco tempo, con semplicità (sia nelle fasi di preparazione, sia per gli ingredienti usati) ma soprattutto hanno un problema… una tira l’altra!! Sono sfiziosissime! Vi stupirete, se non avete mai provato prima, di quanto può essere gustoso, goloso e buono il sapore semplice e ricco delle verdure esaltate dal sapore rustico e pieno delle farine integrali. Un appunto che vorrei fare è che io per realizzare queste barchette ho utilizzato uno stampo in silicone predisposto per la forma (lo vedete nelle foto. Ormai questi stampi in silicone – si trovano di mille forme, fantasie e dimensioni – e nonostante io non sia un amante di questi stampi devo dire che in questo caso hanno davvero reso benissimo il loro servizio. Se state già andando in crisi su dove reperirli, sappiate che c’è sempre amazon 😉  ). Ovviamente potete usare stampi monoporzione, singoli, di diversa forma o le potete realizzare a mano! Sono ottime comunque!!  Che dite passiamo agli ingredienti?

Ingredienti:

  • 150gr di Farina Integrale (mi raccomando che sia Integrale 100% e di ottima qualità)
  • 50gr di Farina Manitoba ( anche questa, che sia 100% manitoba e di qualità)
  • 100/120ml di Acqua tiepida (circa, sapete che l’acqua è sempre una dose indicativa)
  • 30gr di Olio (Evo, di semi, di soia, come preferite. Io ho usato un Olio di Girasole spremuto a freddo)
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo per torte salate (tipo Pizzaiolo, per intenderci)

Per farcire le barchette ho utilizzato: pomodoro rosso, cipollotto, melanzana, cipolla rossa, origano, sale alle erbe.

Procedimento:

Io credo fermamente che nella preparazione dei panificati (macro categoria che riguarda il pane, la pizza, le ricette base, così come tutti gli affini passando dalle torte salate a queste sfiziosità) conti moltissimo la manualità nella preparazione e l’esperienza (non intesa solo come anni e anni passati a fare il pane o intesa come professionalità – non intendo affatto addentrarmi in questo campo, non ne sono nemmeno competente, ci mancherebbe, parlo solo per manualità di cucina casalinga, ovvio.) Quindi intesa come le volte che una persona, in casa propria, ha deciso di mettere le mani in pasta! 🙂 Questo ovviamente aiuta tantissimo, di volta in volta, a capire come comportarsi con le farine che si usano, la dose di acqua da usare piuttosto che capire la consistenza dell’impasto ottenuto. Detto questo, niente paura, se siete alle prime armi, sappiate che io faccio sempre e solo ricette semplici, quindi se vi state approcciando ora alla cucina o a questo tipo di preparazioni sappiate che chi “ben inizia è a metà dell’opera” e questa ricetta fa per voi! Si perché è semplice, facile, veloce e proprio partendo dalla farina integrale, mescolata alla Manitoba, fornirà un impasto che vedrete vi darà solo soddisfazioni..senza contare la figura che farete portando a ospiti, amici, familiari (e chi volete) qualcosa di carino, sfizioso…e completamente homemade… volete mettere!! 😉

Torniamo a noi: in una terrina, su una spianatoia (dove siete abituati e vi trovate meglio) unite le due farine, fate un cratere e nel mezzo versate l’olio e il cucchiaino di lievito istantaneo poi lentamente iniziate a versare l’acqua tiepida (e già vedrete che il lievito inizia ad andare come in effervescenza, approfittate di queste microbolle e velocemente iniziate a girare ed impastare. Dovrete ottenere un impasto liscio, morbido e molto idratato (ma non appiccicoso o che non abbia sostanza ma comunque sodo ma molto morbido e che tenderà ad essere elastico). Lavoratelo poco con le mani (attenzione perché il lievito istantaneo tende subito a creare nervo al vostro impasto e lo renderà piano piano sempre più teso ed elastico, dovete lavorarlo subito quindi! Prendetene piccole porzioni e stendetele con un mattarello leggermente così da avere uno spessore di massimo 2cm (o in base a quanto volete fare alte e profonde le vostre barchette). Vi sconsiglio di stendere tutto l’impasto e dividerlo perché si secca e si indurisce.. non avrete poi l’effetto morbido e fragrante che vogliamo! Riempite ora gli stampini con l’impasto e farcite subito con pomodoro a fettine, origano, basilico, sale e spezie a piacere in alcune, in altre fette sottili di melanzana e sale aromatizzato alle erbe (come ho fatto io). un filo di olio, a piacere, su ognuna e … in forno!!!! a 200 gradi per 15 minuti (sempre attenzione a tempi e modalità di cottura, lo sapete!!! ogni forno è a sé!)

Spero che le foto siano esplicative e che le proviate a rifare! Come sempre fatemi sapere!! Ciaoooo!!
Fede

Stick di Zucchine Croccanti al Forno

Questo post è per tutte le mamme che: “Mio figlio non mangia le verdure!” oppure per tutti coloro che cercano uno sfizio gustoso, ma sano e diverso, per un apertivo, cena, buffet? Un modo diverso di mangiare le verdure??

Bene, ora entro in campo io, oggi vi propongo uno dei piatti preferiti di mio figlio: Zucchine al Forno, croccanti e..a bastoncino..stick appunto! Vengono croccanti, buone e .. non hanno niente (e dico niente) da invidiare alle patatine o altri stuzzichini simili. Scordatevi il pangrattato… sennò… che innovazione è!?!?! 😛

Pronti? Perché questa ricetta è:

  • Senza Uova
  • Senza Latticini
  • Senza Pangrattato!

Lo so.. vi starete chiedendo con cosa sono ricoperte le zuccchine, presto detto, lettete gli ingredienti e lo saprete.

Ingredienti :

  • Zucchine
  • Crusca d’Avena (ottima anche la crusca di Grano!)
  • Granulare di Soia
  • sale q.b
  • Spezie

Due parole prima di passare al procedimento. Utilizzo la crusca d’avena ma come ho appena scritto è ottima anche la Crusca di Grano (anzi rende più croccanti le vostre zucchine).  Il granulare di Soia è proprio quello che si compra per fare gli hambuger vegetali. Lo trovate in commercio proprio con questa dicitura “granulare di soia” e oramai non si vende solo nei negozi dedicati ai prodotti Bio ma anche in tantissimi ipermercati forniti. Oppure nei tantissimi negozi online (senza nemmeno che vi dica che io acquisto tantissimi prodotti online, se vi interessa, farò un post dedicato ai negozi online dove acquisto di solito!). Tornando alla ricetta, gli ingredienti sono pochissimi, semplici e queste zucchine non sono solo delizione, ma sono super leggere, light e … una tira l’altra! Le classiche ricette dove occorre più tempo a prepararle che a finirle!! Si tratta comunque di una ricetta velocissima!

 Procedimento: In un piatto, una terrina (io mi trovo meglio in una terrina ovale perché mi fa raccogliere meglio il condimento) mettete la crusca di grano e il granulare di soia (per 2 zucchine io ho utilizzato: 2 cucchiai di crusca di grano e 1 cucchiaio e 1/2 di granulare di s.). Salate e speziate (io uso di tutto, ogni volta mi faccio portare dall’ispirazione e dalla fantasia: timo, origano, aglio granulare, maggiorana, paprika… come volete!)  mescolate il tutto e mettete da parte. Ora passiamo alle zucchine: dopo averle lavate tagliatele per la lunghezza (come se le voleste grigliare) non troppo sottili perché dovrete ricavare dei bastoncini, più o meno (sta tutto nella abilità di ognuno di noi, se vi viene un altra forma, è lo stesso!). Chi cucina, chi maneggia cibo tutti i giorni, saprà già che le zucchine una volta tagliate sono già inumidite all’interno ed è proprio questo che andremo a sfruttare senza utilizzare olio, uovo o altro ingrediente per far attaccare il condimento! 

Quindi subito dopo averle tagliate approfittante di questa umidità interna per passarle subito nella terrina con il condimento e pressare bene con le dita per farsi che si attacchi a tutte le pareti della zucchina. Pressate senza stringere troppo o strizzate la zucchina che verrà non solo brutta e malconcia ma si brucerà in cottura rispetto alle altre meno strizzate!!! Quindi pressate delicatamente(solo per accertarvi che resti attaccato il condimento, per capirci 😉 ) e adagiate i bastoncini di zucchina su una teglia con carta forno. Vi consiglio prima di iniziare a prepararle di accendere il forno e scaldarlo: 200 gradi con il ventilato (devono asciugare!) cosi non solo ottimizzate i tempi ma dato che è un operazione rapida sfruttate ogni attimo! Prima di informarle potete condire con un goccio di olio (a piacere) se avete il condi-olio spray sarebbe perfetto: 2 spruzzate e siete più che ok 😉  e ora… forno!!!!!!!!!!!!! attenzione ai tempi, secondo me, nel mio forno 10/*15 minuti sono sufficienti ma come dico sempre: OGNI FORNO E’ A SE! quindi controllateli! Ovviamente sono pronti quando sono rigidi (non bruciati o troppo secchi!!!), croccanti e la “panatura” è dorata in superficie o ambrata! Non sono buone… di più!!!!!!

ps. Trucchetto per i bambini: sbucciate le zucchine (eliminando quindi la parte verde -buccia) e tagliatele a bastoncino..sfido chiunque (compresi i bambini) a capire che si trattino di zucchine. Buccia o no.. sono buonissime lo stesso 😀

Fede

Patate semplici al cartoccio e Fagioli Rossi con Asparagi

Buonasera a tutti!  Il caldo dell’estate é arrivato, la settimana è a metà dell’opera (infatti siamo a mercoledì) cosa fare per cena?  Stasera nessuna ricetta (sono davvero semplici, però vi spiego brevemente come ho fatto per chi fosse interessato) ma condivido comunque quello che preparato come idea magari da cui prendere spunto.  Ho optato per qualcosa di semplice ma comunque gustoso. E ovviamente buonissimo!

Ho preso due patate novelle (io avevo quelle in casa ma sono sicura vengano ottime con altri tipi) a cui ho fatto dei tagli profondi per la lunghezza  (come se dovessi farle a fette grosse ma il coltello si ferma a 3/4 della patata senza dividerla in fette!) le ho salate, spaziate con un mix di spezie che mi preparo (per questa occasione è usato un misto di: rosmarino, timo, origano, santoreggia) ho aggiunto anche un pizzico di zenzero grattuggiato  (che nn mi dispiace aggiungere spesso alle ricette) e un filo di olio. Chiuse nella stagnola e cotte nel forno a 180 gradi per 30 minuti. Ovviamente vengono morbide, soffici come una nuvola e buonissime! Provare per credere. Le idee anche in questo caso sono mille: a volte io le farcisco con provola o prosciutto cotto a dadini (mio figlio le adora!) , oppure con le verdure (ottime con zucchine a fette sottili, olive e cipollotto!). 

Per rimanere in tema vegetale, sempre per cena,  ho preparato un contorno ricco (che magari alcuni considerano piatto unico) con asparagi e fagioli rossi. Ho prima tagliato la cipolla rossa sottile, poi gli asparagi (togliendo la parte dura finale e pulendoli bene) tagliati a rondelle sottili e lasciando le punte intatte. Con In filo di olio evo in una padella prima faccio andare il cipollotto e aggiungo un goccio di acqua per evitare che soffrigga poi aggiunto gli asparagi e aggiungo un po di acqua per aiutare la Cottura, sale e spezie a piacere e coperchio per far cuocere. 5 minuti prima della fine della cottura ho aggiunto una lattina di fagioli rossi e ho fatto terminare la cottura. Spaziale!! 
Leggero, sano, semplice ..  buono!!

Buona serata, Fede!